Il gran giorno è arrivato: oggi si inaugura la Linea T2 Vespucci della tramvia di Firenze, quella che collega la stazione ferroviaria Santa Maria Novella con l’aeroporto Vespucci. Cerimonia ufficiale al via alle 12 dall’aeroporto con tutte le autorità, a partire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il sindaco Dario Nardella e il ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Alle 14.30 la prima corsa aperta al pubblico da piazza dell’Unità. Leggi la guida completa alla T2.

Tramvia Firenze, il programma dell'inaugurazione

Il programma della giornata si apre alle ore 12 con la cerimonia ufficiale all’aeroporto, che per ragioni di sicurezza si svolgerà al chiuso e sarà riservata alle autorità, agli operatori della tramvia e ai circa 150 giornalisti accreditati. All’esterno dell’aeroporto sarà però allestito un maxischermo dal quale chiunque potrà seguire l’evento. Alla fine dell’evento il Presidente della Repubblica passerà a salutare il pubblico prima di salire sul tram per la corsa inaugurale. Previste anche delle navette gratuite per raggiungere l’area del maxischermo: partiranno dal nuovo parcheggio scambiatore di viale Guidoni, lato viale XI agosto.

Tramvia, l'inaugurazione sul maxischermo

Alla cerimonia, oltre al Presidente Mattarella, parteciperanno il Ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli, il sindaco di Firenze Dario Nardella, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e la commissaria europea per la politica regionale Corina Cretu.

Prima corsa pubblica alle 14.30

Le prime corse aperte a tutti i cittadini partiranno alle 14.30. A quell’ora i tram partiranno dai due capolinea – con il sindaco Nardella che salirà sulla prima corsa pubblica da piazza dell’Unità – e altri convogli saranno già pronti lungo la linea per mettersi in viaggio in contemporanea dalle fermate Ponte all’Asse, Buonsignori Liceo Da Vinci, San Donato Università, Novoli Regione Toscana e Novoli Torre degli Agli.

I nuovi orari della tramvia

Con l’avvio della nuova linea, cambiano gli orari di tutta la rete tramviaria. La frequenza di un tram ogni 4 minuti e 20 secondi che prima era prevista per tutte le ore diurne, resta attiva solo nelle ore di punta: al mattino presto e nel pomeriggio. Nel resto della giornata le frequenze si dilatano di qualche secondo, per consentire un’armonizzazione migliore tra la T1 e la T2, tenere d’occhio gli incroci e le comunicazioni per valutare poi come adeguare le frequenze in futuro. Il cambiamento, comunque, è minimo. Ecco i nuovi orari e frequenze della tramvia.

Sulla linea T1 Villa Costanza-Careggi. Giorni feriali, sabato, domenica e festivi:

  • Una corsa ogni 4 minuti e 20 secondi nelle ore di punta: dalle 6.30 e le 9.30 e dalle 15.30 e le 20.30.
  • Una corsa ogni 4 minuti e 50 secondi dalle 9.30 e le 15.30.
  • Una corsa ogni 10 minuti dalle 20.30 alle 00.30
  • Una corsa ogni 11 minuti dalle 5.00 e le 6.30

Sabato: fino alle 6.30 ogni 11 minuti; dalle 6.30 alle 9.30 ogni 5’; dalle 9.30 alle 15.30 ogni 5’ e 30’’; dalle 15.30 alle 20.30 ogni 5’; dalle 20.30 alle 00.30 ogni 10’.

Domenica e festivi: fino alle 13.30 ogni 11’; dalle 13.30 alle 20.30 ogni 7’; dalle 20.30 alle 00.30 ogni 10’.

Sulla linea T2 Piazza Unità-Aeroporto. Giorni feriali, sabato, domenica e festivi.

  • Una corsa ogni 4 minuti e 20 secondi negli orari di punta: dalle 6.30 e le 9.30 e dalle 15.30 alle 20.30.
  • Una corsa ogni 11 minuti dalle 5.00 e le 6.30.
  • Una corsa ogni 5 minuti e 40 secondi dalle 9.30 e le 15.30.

Sabato: fino alle 6.30 ogni 11’; dalle 6.30 alle 9.30 ogni 5’e 40’’; dalle 9.30 alle 15.30 ogni 6’ e 20’’; dalle 15.30 alle 20.30 ogni 5’ e 40’’; dalle 20.30 alle 00.30 ogni 11’.

Domenica e festivi: fino alle 13.30 ogni 11 minuti; dalle 13.30 alle 20.30 ogni 8’; dalle 20.30 alle 00.30 ogni 11 minuti.

Tramvia, nuovi orari Ataf dal 24 febbraio

La T2 sarà gratuita per tutti fino al 24 febbraio. E sempre fino al 24 febbraio non ci saranno modifiche agli orari e alle linee dei bus Ataf. Il piano di riorganizzazione della rete Ataf che prevede una migliore integrazione tra bus e tram, entrerà in vigore proprio il 24 febbraio.