Arriva dunque la smentita della Sisal sulla schedina milionaria che, secondo la ricevitoria di Bagnone, sarebbe stata depositata in una banca di Milano.

“Si tratta di una falsa notizia“, comunica la Sisal, che precisa: “Da noi non è partito alcun avviso alla ricevitoria nè alcuna comunicazione ufficiale sul deposito in banca o sulla riscossione della vincita”.

Intanto, un cittadino di Imola ha telefonato stamani al Comune di Bagnone dichiarandosi il “vero” vincitore del Superenalotto. A Bagnone, insomma, il “giallo” continua.