Dopo la brutta sorpresa, la spiegazione del mistero della ”casa dei serpenti”, com’è stata ribattezzata un’abitazione in provincia di Lucca. I proprietari della villetta, tra terrore e disgusto, durante lo scorso fine settimana hanno visto uscire dal wc ben tre rettili. Adesso il lavoro dei tecnici ha fatto luce sulla vicenda e qualcuno rischia di finire nei guai.

LA SPIEGAZIONE. I serpenti non sono arrivati dalla rete fognaria, risultata perfettamente sigillata, bensì sono stati introdotti nelle tubature dallo scarico di un’altra abitazione: secondo l’ipotesi degli esperti sono stati gettati nel water e così gli animali, cercando una via di fuga, sono entrati nella villetta che si trova a Sant’Anna, in via Matteotti.

LE INDAGINI. E’ la conclusione a cui sono giunti i tecnici della Geal, l’azienda che si occupa delle fognature, dopo una serie di rilievi. Le tubature sono risultate sigillate. Sull’accaduto sta indagando la magistratura e il responsabile, per ora ignoto, rischia una denuncia per procurato allarme e per maltrattamenti degli animali.

LA STORIA. Durante lo scorso fine settimana la sfortunata famiglia si è ritrovata in casa due bisce d’acqua e un serpente innocuo, ma estremamente simile alla specie “corallo”, rettile velenoso del sudamerica. Prima una biscia d’acqua era uscita mentre una bimba stava facendo pipì, poi un altro serpente ha utilizzato questa particolare scorciatoia per entrare nella casa, mentre nello scarico è stato individuato un terzo esemplare.