giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaInfluenza, vaccini al via il...

Influenza, vaccini al via il 18 ottobre. Pronto un milione di dosi

Inizierà lunedì 18 ottobre, in tutto il territorio regionale, la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2010-2011. Un milione di dosi verrà distribuito alle aziende sanitarie che provvederanno, poi, a fornire il vaccino a medici di famiglia e pediatri.

-

Inizierà lunedì 18 ottobre, in tutto il territorio regionale, la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2010-2011. Un milione di dosi verrà distribuito alle aziende sanitarie che provvederanno, poi, a fornire il vaccino a medici di famiglia e pediatri.
VACCINI. La Regione ha speso circa 5 milioni di euro per acquistare le dosi che verranno distribuite su tutto il territorio regionale e che saranno somministrate dai medici di famiglia e dai pediatri alle categorie a  rischio e a tutti coloro che ne faranno richiesta dopo averlo acquistato in farmacia.
CATEGORIE A RISCHIO. Sono previste vaccinazioni gratuite, a carico dei medici di famiglia, dei pediatri e degli ambulatori delle Asl, per gli over 65 e per i cittadini appartenenti alle categorie a rischio nelle quali rientrano anche adulti e bambini affetti da varie malattie quali quelle croniche a carico dell’apparato respiratorio, circolatorio e renale; malattie degli organi emopoietici, ma anche diabete ed altre malattie dismetaboliche. Sono considerate categorie a rischio anche coloro che sono affetti da sindromi da malassorbimento intestinale, fibrosi cistica, altre malattie congenite o acquisite che comportino carente o alterata produzione di anticorpi e patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici.
É inoltre prevista la vaccinazione gratuita per coloro che sono impiegati in servizi pubblici di primario interesse collettivo, per il personale di assistenza ed anche per i familiari soggetti ad alto rischio.
ANZIANI E BAMBINI. Negli anziani la vaccinazione prevede anche la somministrazione della vitamina D che serve a proteggere le ossa, mentre per i bambini sotto i 9 anni, mai vaccinati in precedenza, è necessaria una doppia dose di vaccino a distanza di almeno quattro settimane.
LE PAROLE DI SCARAMUCCIA. L’assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia tiene a sottolineare che, poiché l’influenza è la malattia infettiva che in assoluto incide maggiormente sulla popolazione sia sotto l’aspetto sanitario, sia sotto il profilo socio-economico, la vaccinazione si trasforma nel mezzo più efficace per prevenire e combattere i giorni passati a letto. “Voglio ricordare che il vaccino è il mezzo più efficace e conveniente per prevenire l’influenza e le sue complicanze. Invito quindi gli anziani sopra i 65 anni e tutte le persone appartenenti alle categorie a rischio ad andare dal proprio medico o pediatra di famiglia per farsi vaccinare», dice Scaramuccia.
NUMERI. La Regione fa sapere che nella scorsa stagione 2009-2010 sono stati vaccinati, in Toscana, 613.430 over 65enni pari al 71% della popolazione e che negli ultimi anni, nella nostra regione, la copertura vaccinale antinfluenzale della popolazione ultra 65enne è andata sempre crescendo. La Regione si prefissa un nuovo obiettivo per la stagione 2010-2011: quello di arrivare alla copertura ottimale indicata dal ministero che è del 75% per gli ultra 65enni e del 95% per le categorie a rischio.

Ultime notizie