giovedì, 13 Agosto 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Internet senza fili in Ateneo

Internet senza fili in Ateneo

cresce l'offerta wireless dell'università di firenze, per potersi collegare a internet senza fili

-

In oltre cinquanta sedi dell´Università di Firenze, in circa l’80% degli spazi a disposizione degli studenti, è ora possibile collegarsi a internet senza fili. Il servizio wireless è rivolto a circa 70.000 potenziali utenti (di cui, almeno per il momento, 3.600 contemporaneamente), che sono oltre agli studenti, docenti, personale tecnico, dottorandi, assegnisti. E dal momento che l´Università ha “casa” in un alto numero di edifici, dislocati in varie parti della città, l´ateneo fiorentino si trova così ai primi posti per l´estensione geografica e la capillarità del collegamento.

 

L´iniziativa è stata presentata dal rettore Augusto Marinelli e dal presidente uscente del Centro Servizi Informatici di Ateneo (CSIAF) Gianfranco Manes, nel polo didattico di Santa Verdiana, uno dei luoghi dove è entrato in funzione il nuovo servizio. Grazie a “Wi_UNIFInet” – così è stato chiamato il progetto – navigare in rete senza fili è possibile nella maggior parte degli edifici e delle aree dell´Ateneo in cui si svolgono attività didattiche: “Crescono le opportunità per i nostri studenti – ha sottolineato il rettore Marinelli – Dopo le aule informatiche, tra cui due aule attrezzate aperte fino alle 23, il WI-FI offre ora la possibilità di accesso gratuito alla rete, incentivando anche l´uso di tutte le risorse on line a disposizione di chi studia e fa ricerca”.

Curato dal Centro Servizi Informatici d´Ateneo, “Wi_UNIFInet” è costato circa 160.000 euro, in parte finanziati dal Ministero dell´Università e dal Dipartimento per l´Innovazione e le Tecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell´ambito dell´iniziativa “Un c@ppuccino per un pc”. La realizzazione di questo progetto ha richiesto circa due anni – ha spiegato Manes – e ha permesso la copertura wireless delle sedi ancora non servite, ma anche migliorato la connettività di quelle che ne erano già dotate. Gli access point sono passati così da 35 a 180. È un risultato importante soprattutto perché apre le porte ad altri traguardi importanti, come l´integrazione con la rete WI-Fi del Comune, che potrà rendere tutta Firenze veramente un campus virtuale per i nostri studenti”.

Per accedere al servizio, l´utente universitario deve attivare la scheda wireless sul proprio portatile e verificare la presenza di segnale, cliccare poi sul browser in dotazione (Internet Explorer, Mozilla, Firefox, Opera, etc.), rispondere “sì” all´accettazione del certificato di sicurezza, attendere la schermata di autenticazione, inserire, infine, la username (per gli studenti, il numero di matricola) e la password, secondo le modalità di accesso previste dal Centro Servizi Informatici d´Ateneo e già utilizzate per gli altri servizi on line. L’elenco completo delle sedi in cui è attivato il servizio è disponibile su www.csiaf.unifi.it.

Notizia precedenteIn 22mila per Rosai
Notizia successiva“In Europa avanti tutta”

Ultime notizie

I paesi che possono entrare in Italia e quelli che non possono

Solo i cittadini di certi paesi possono entrare in Italia senza restrizioni: per alcuni resta l'obbligo di quarantena, 16 paesi bloccati

Grecia, Spagna, Croazia: l’obbligo di quarantena per chi torna in Italia dall’estero

Quali regioni prevedono la quarantena obbligatoria e il tampone per chi torna in Italia da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

Quarantena e rientro in Italia: per quali Paesi è obbligatoria

Dalla Romania alla Croazia, passando dall'Albania alla Spagna: per chi è obbligatorio l'isolamento fiduciario, una volta entrato o tornato in Italia

Cosa fare per il Ferragosto 2020 in Toscana: 10 eventi

Una selezione di idee per non rinunciare al Ferragosto nemmeno nell'anno del Covid-19: dagli spettacoli ai concerti sotto le stelle fino alla gita per i più piccoli