lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaL'abbonamento del bus si compra...

L’abbonamento del bus si compra in classe

L'abbonamento Ataf? Si compra direttamente a scuola. La novità sarà introdotta a partire dall’inizio del prossimo anno scolastico, grazie ad una convenzione tra l'azienda di trasporto pubblico e i presidi fiorentini.

-

Dopo l’annuncio sugli abbonamenti “collettivi” per i dipendenti aziendali, annunciata pochi giorni fa, ecco un altro provvedimento teso ad incentivare il trasporto pubblico. L’Ataf ha attivato una collaborazione con gli assessorati comunale e provinciale all’istruzione per coinvolgere le scuole del territorio, mentre continuano i controlli antievasione sulle linee più frequentate dagli studenti.

Da ottobre ad oggi sono state controllate 265 vetture e stilati in totale 239 verbali.

“Già quest’anno abbiamo introdotto novità e agevolazioni per i ragazzi – dice Filippo Bonaccorsi, presidente di Ataf – regaliamo un mese di viaggi gratis agli studenti che appartengono allo stesso nucleo familiare, prolungando la validità dell’abbonamento annuale a 13 mesi senza incrementi di costo. Ma, allo stesso tempo, non permetteremo più a nessuno di viaggiare senza aver pagato l’abbonamento”.

Il mensile studenti Ataf costa 23 euro, 185 euro è il prezzo dell’abbonamento annuale ma chi viaggia senza rischia fino a 240 euro di multa.

Ataf ha introdotto forti agevolazioni sugli abbonamenti, con le nuove formule Basic, Family e Studenti che garantiscono risparmi consistenti, ma con l’allungamento della validità a 90 minuti Firenze è adesso tra le città italiane dove anche il biglietto costa meno.

Facendo le opportune proporzioni, adesso 60 minuti di viaggio sui mezzi Ataf costano 0,80 centesimi contro 1 euro di Pisa, Pistoia, Grosseto e Bologna, ma soprattutto garantiscono la possibilità di accedere anche ai servizi urbani di Trenitalia e ai mezzi del trasporto pubblico extraurbano, cosa che non avviene nelle altre città.

Ultime notizie