Il Ponte Vespucci resterà chiuso per sei mesi. Partono oggi i lavori di messa in sicurezza del ponte che da lunedì sarà completamente chiuso al traffico per consentire i rilievi, le prove sismiche e l’intervento di consolidamento della pila sul lato di San Frediano. Un intervento da 1,5 milioni di euro annunciato dal Comune di Firenze dopo il tragico crollo del Ponte Morandi di Genova. Cambia la viabilità, con ponte alla Carraia che diventa il passaggio alternativo.

La messa in sicurezza di Ponte Vespucci

Oggi partono le operazioni preliminari, con divieti di sosta e chiusure alternate delle corsie nei due sensi di marcia in modo da permettere il montaggio della strumentazione. Da lunedì 26 novembre il ponte sarà completamente chiuso al traffico e cominceranno i rilievi subacquei con sub e droni. Mercoledì sarà la volta delle perforazioni dei marciapiedi in corrispondenza della pila sul lato di San Frediano e delle prove sismiche.

La platea di calcestruzzo sotto la spalla sinistra del ponte sarà demolita a dicembre per permettere il posizionamento corretto di un grande macchinario necessario ai lavori veri e propri. Lavori che prenderanno il via a gennaio, con le iniezioni di cemento nello strato di ghiaia dell’alveo. Intorno alla fondazione della pila verrà creato un contenitore in cui verrà gettato il calcestruzzo alleggerito.

Sarà così conclusa anche la seconda parte dei lavori e il ponte potrà essere riaperto al traffico perché già in sicurezza. L’intervento sarà poi completato con la realizzazione di nuovi micropali intorno alla pila rinforzata, da collegare a quelli vecchi.

Ponte Vespucci chiuso, come cambia la viabilità

Chiuso il ponte Vespucci, per tutto il tempo dei lavori l’alternativa sarà il ponte alla Carraia. Per consentire il passaggio saranno sospese le porte telematiche della Ztl in lungarno Vespucci/Ponte Vespucci e quelle di Borgo San Frediano/Sant’Onofrio.

Le deviazioni ai bus delle linee Ataf

Deviazioni anche per le linee Ataf del trasporto pubblico. Cambia di qualche metro il percorso di sei linee: 12, 13, 36, 37, C3 e C4, che passeranno tutte (tranne la C3) da ponte alla Carraia. Le fermate, comunque, restano le stesse.