venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaL'impresa di Prandelli. E ora...

L’impresa di Prandelli. E ora la Spagna si chiede: ”Era meglio fare il biscotto?”

La Spagna teme l'Italia. Il sito di Marca, uno dei più importanti giornali sportivi, titola: ''L'Italia di Balotelli fa paura''. E As lancia un sondaggio tra i suoi lettori: sarebbe stato meglio eliminare l'Italia col ''biscotto''? Ecco la risposta degli spagnoli.

-

E’ raggiante Cesare Prandelli. Ha portato la sua Italia in finale, l’ha portata tra le migliori due squadre d’Europa. Niente male, per una formazione che aveva raccolto a pezzi dopo la disastrosa spedizione in Sudafrica.

LA PAURA SPAGNOLA. Ora resta solo l’ostacolo Spagna, resta l’ultima partita per stabilire chi sia la più forte del Vecchio Continente. Se gli azzurri o le furie rosse. Già, ma cosa ne pensano gli spagnoli della finale con l’Italia? Un po’ di paura “l’Italia di Balotelli”, come titola l’edizione on line di Marca, uno dei più importanti giornali sportivi iberici, la mette. “L’Italia di Balotelli fa paura”: questo il titolo (nella foto in alto). Che “dimentica” i vari Pirlo, Cassano, Buffon, ecc…

BISCOTTO SI’, BISCOTTO NO? Ma c’è anche chi in Spagna comincia a chiedersi se non fosse stato meglio eliminare l’Italia già al girone eliminatorio. Perché la possibilità c’era, ricordate? Si chiamava “biscotto”: se nell’ultima partita gli spagnoli avessero pareggiato 2-2 contro la Croazia, gli azzurri se ne sarebbero tornati mestamente a casa. Invece la Spagna vinse quella partita, in Italia si elogiò la corretteza del gruppo e del suo allenatore, e tutto finì nel migliore dei modi. Ma pochi, pochissimi potevano pensare che le due formazioni si dovessero poi riaffrontare nella partita decisiva del torneo, quella per laurearsi campioni d’Europa. Così, un altro importante giornale sportivo iberico, As, lancia ddirittura un sondaggio agli spagnoli (nella foto in basso) attraverso il suo sito: “Avreste preferito che la Spagna facesse il biscotto?”. Ben il 37% di coloro che fino a questa mattina avevano risposto (poco meno di 30mila persone), optavano per il “sì”. Dunque (almeno) a 37 spagnoli su 100 l’Italia fa paura.

PRANDELLI. Ma tant’è, l’Italia in finale ci è arrivata. E ieri c’era solo spazio per la gioia in casa azzurra. “Sono orgoglioso di questi ragazzi, abbiamo sempre ricercato un’idea di gioco e siamo stati molto bravi a rischiare il palleggio centrale, perché sapevamo che loro sugli esterni erano molto forti”, ha commentato un raggiante Prandelli, come riportato su sito della Figc. Che poi ha fatto i complimenti a tutti, da Cassano a Balotelli e a tutto il resto della squadra. ” Ora, però, mi voglio godere un attimo la serata e poi da domattina (oggi, ndr) cominceremo a preparare la sfida con la Spagna. Sono sicuro che la prepareremo bene”, aveva detto ieri sera il ct. “I favoriti sono loro, per tanti motivi – ha detto ancora Prandelli – arrivano da anni di lavoro e da partite che hanno dominato. Ora apro gli occhi e continuo a sognare e il sogno è solo all’inizio”.

BALOTELLI. Ma ieri sera il ct non era il solo a essere felice. Tra i più sorridenti (incredibile a dirsi) c’era Mario Balotelli, autore della doppietta decisiva. “E’ stata la serata più bella della mia vita – ha spiegato a caldo – spero che domenica sarà una serata ancora più bella”. E con lui lo spera tutta l’Italia.

L’impresa. Che notte, Prandelli! L’Italia è in finale

Il personaggio. Prandelli: ”Futuro in azzurro? Vedremo”. E Firenze spera…

Ultime notizie