L’idea è stata espressa dall’assessore Graziano Cioni durante la presentazione del corso sull’educazione alla sicurezza per gli esercenti commerciali promosso da Confesercenti, che prenderà il via il prossimo 27 ottobre, e che è stato “benedetto” dallo stesso assessore: “Si tratta di un valore aggiunto che si coniuga bene nella strategia che quotidianamente svolgiamo in sinergia fra tutte le forze dell’ordine, per il controllo del territorio – ha detto Cioni – un’iniziativa che condivido e apprezzo e che mi auguro possa essere seguita da un gran numero di esercenti”.

Poi la nuova proposta dell’assessore sul tema della sicurezza: quella dell’utilizzo della guardie giurate. “Non si tratterebbe – ha spiegato – di chiedere alle guardie giurate di assolvere un compito diverso da quello che solitamente svolgono. Ma penso ad esempio se aziende, commercianti, gestori di discoteche decidessero di assumere personale destinato a proteggere il loro bene, già questo, solo per la presenza in divisa, svolgerebbe un ruolo di prevenzione. Normalmente Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Municipale, Guardia di Finanza sono impegnate in un’importante azione di controllo in città. Firenze però vive 24 ore su 24 e questa attività integrata potrebbe allargarsi a queste figure che dovrebbero semplicemente continuare a fare ciò che gli compete, in stretto rapporto con le altre forze presenti sul territorio”.