Home Sezioni Cronaca & Politica Le materie della seconda prova della maturità 2022

Le materie della seconda prova della maturità 2022

Maturità 2022: ecco le date e le materie su cui verterà la seconda prova

A pochi mesi dall’inizio degli esami di maturità, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato l’ordinanza definitiva che stabilisce le materie d’esame della seconda prova della maturità 2022. Dopo due anni, tornano le prove scritte, anche se solo la prima prova d’italiano, prevista il 22 giugno, sarà nazionale. La seconda, solitamente incentrata sulla materia d’indirizzo dei vari istituti superiori, varrà solo 10 punti e sarà scelta da ogni istituto.

Lo svolgimento della seconda prova degli esami di maturità: date e modalità 2022

La data della seconda prova scritta dell’esame di maturità è giovedì 23 giugno 2022. Le novità sono due: la prima, di stampo organizzativo, prevede che la struttura della seconda prova non sia più nazionale ma locale. La predisposizione della seconda prova da parte dei singoli istituti, permetterà di tenere conto di quanto effettivamente svolto durante l’anno scolastico. L’altra novità è il “peso” della seconda prova di maturità 2022, da 15 punti passerà a 10, quindi un decimo del punteggio finale.

Entro il prossimo 22 giugno 2022, i docenti che insegnano la materia su cui verterà la seconda prova d’esame, dovranno presentare tre proposte di tracce. Tra queste tre, il giorno della prova, ne sarà estratta una che varrà per tutte le classi coinvolte.

Le materie della seconda prova di maturità 2022

Ecco quindi le materie indicate dal Miur, il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, per la seconda prova dell’esame di maturità 2022.

Per i licei

  • al liceo classico è stata scelta, lingua e cultura latina
  • al liceo scientifico matematica.
  • Per gli studenti del liceo linguistico, la seconda prova verterà sulla prima lingua straniera, mentre per i corsi ESABAC e i licei linguistici paritari, la prova verterà sulla materia di Lingua e Cultura inglese.
  • Al liceo artistico con indirizzo in “architettura e ambiente” il Ministero dell’Istruzione ha predisposto la prova in “discipline progettuali architettura e ambiente”, mentre per l’indirizzo di arti figurative è stata scelta la materia di “discipline plastiche e scultoree”.
  • Infine, il liceo delle scienze umane ha predisposto la seconda prova in “scienze umane”, mentre per l’opzione economico sociale la prova verterà sulla materia di “diritto ed economia”. 

Per gli istituti tecnici

  • La seconda prova per gli studenti che frequentano gli istituti tecnici, con indirizzo economico, verterà sulla materia di economia aziendale.
  • Per gli studenti che invece frequentano un istituto tecnico con indirizzo turismo, la seconda prova si concentrerà sulla materia di “discipline turistiche e aziendali”.
  • L’indirizzo di elettrotecnica prevede che la seconda prova di maturità verta sulla materia di “elettrotecnica ed elettronica”. 
  • Mentre per l‘istituto tecnico con indirizzo in agraria, agroalimentare e agroindustria, l’esame di maturità sarà sulla “trasformazione dei prodotti”. 

Per istituti professionali

Per la fascia degli istituti professionali le materie della seconda prova spazieranno da:

  • “Economia agraria e dello sviluppo territoriale” a “economia dell’azienda agricola” per l’indirizzo di “servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale”.
  • Per gli istituti professionali che forniscono corsi di studio in Servizi socio-sanitari, la seconda prova verterà sulla materia di “igiene e cultura medico-sanitaria”.
  • Infine, gli istituti alberghieri prepareranno le tracce della seconda prova sulla materia di “scienza e cultura dell’alimentazione”

L’elenco completo delle materie su cui verterà la seconda prova di maturità 2022 è consultabile sul sito web del MIUR.

L’orale dell’esame di Stato

L’esame di Stato si concluderà con un colloquio, che ruoterà attorno all’analisi del materiale scelto dalla commissione, valutando la padronanza delle conoscenze e dei metodi propri delle singole materie oltre alle competenze di educazione civica.

Il punteggio finale resta in centesimi, alla prima prova d’italiano saranno attribuiti massimo 15 punti, alla seconda prova scritta un massimo di 10 mentre al colloquio orale sarà possibile arrivare fino a 25 punti.