La modifica è stata presentata dall’assessore alle attività produttive Silvano Gori al fine di semplificare e velocizzare l’avvio delle attività commerciali di vicinato e forme speciali di vendita in modo che possano iniziare l’attività contestualmente alla presentazione della D.i.a. al Comune, come già succede per bar, ristoranti e alberghi.

“Fino ad oggi anche se un commerciante aveva un’attività da trent’anni, se si trasferiva da un’altra parte, poteva iniziare ad esercitare solo dopo 30 giorni e questo con grandi problemi, poco comprensibili” ha sottolineato l’assessore Gori.

“Abbiamo ritenuto  – ha continuato -, che pur in mancanza del regolamento regionale, di poter sposare sia gli indirizzi della legge nazionale che di quella regionale (mancando, comunque, del regolamento attuativo). Da ora la D.i.a. diventa immediatamente esecutiva dal momento della sua comunicazione al Comune”.