lunedì, 24 Gennaio 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaOlmatello addio, iniziata la demolizione...

Olmatello addio, iniziata la demolizione del vecchio campo rom

Le gru sono entrate in azione stamani per abbattere tutti i container. Poi la bonifica dell'area. Le famiglie sistemate in case popolari e in strutture pubbliche.

-

 

Il campo dell’Olmatello non c’è più. Le gru sono entrate in azione stamani per abbattere i container che dagli anni ’90 hanno fatto da casa a centinaia di occupanti lungo viale XI agosto, alla periferia nord di Firenze. Le famiglie che vi risiedevano, in gran parte di etnia rom, sono state trasferite da Palazzo Vecchio in strutture pubbliche o case popolari.

LA DEMOLIZIONE. A dare il via ai bracci meccanici, il sindaco Matteo Renzi e l’assessore alle politiche sociali Stefania Saccardi. La demolizione delle vecchie baracche è l’ultimo tassello del superamento graduale del campo rom iniziato nel 2009, quando all’Olmatello vivevano 140 persone, e avviato progressivamente lo scorso anno con la sistemazione delle famiglie in alloggi e strutture. “Quest’intervento rispecchia la linea adottata dal Comune nei confronti delle occupazioni: massimo rigore nel rispetto delle regole”, spiega Saccardi.

LE FAMIGLIE. “Massima attenzione, senza privilegi ma senza discirminazioni”, assicura però l’assessore, anche ai diritti delle persone. Che allontanate dal campo rom, sono state accolte in strutture alternative. “Un processo di inclusione e autonomia graduale – prosegue Saccardi – che stamani ci ha permesso di demolire il campo senza la presenza di un solo poliziotto”. Delle 13 famiglie rimaste all’Olmatello (in totale 54 persone), da gennaio fino ad oggi, quattro sono state trasferite in alloggi Erp secondo la graduatoria ordinaria, due accolte nelle strutture della cooperativa Il Cenacolo, quattro sono rintrate nel percorso di assistenza della Asp Montedomini, due hanno trovato un alloggio sul libero mercato, mentre i membri di una famiglia – in qualità di rifugiati politici – sono stati accolti al Centro Paci.

IL PARCHEGGIO. La demolizione del campo rom, ha spiegato il sindaco, farà risparmiare al Comune circa 300mila euro l’anno. “Questa amministrazione – dice Renzi – fa le cose, gli altri chiacchierano”. Cosa prenderà il posto delle baracche. L’idea è realizzarci un parcheggio che serva anche la Mercafir.

Ultime notizie