domenica, 17 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Poggio e buca fa pari?...

Poggio e buca fa pari? No, fa male

Breve ''tour'' per le strade del centro tra buche, ostacoli e marciapiedi dissestati. Se le vie principali sono già state ''rifatte'' o sono in attesa di un restyling, la situazione è più insidiosa nelle traverse. Dove gli ammortizzatori (e i pedoni) sono messi a dura prova.

-

I fiorentini lo sanno, “poggio e buca fa pari”. Soprattutto in alcune strade del centro storico e dell’Oltrarno. Oltre ai marciapiedi dissestati, un altro problema è la presenza di numerosi dossi “naturali”: sanpietrini saltati, tombini in rilievo se non infossati, che fanno sì che percorrere tragitti più o meno lunghi in auto, motorino o bicicletta sia un giro sulle montagne russe, con i pedoni costretti a esercizi di abilità fisica.

RESTYLING. In più occasioni in sindaco Renzi ha annunciato interventi per il restyling delle principali vie del centro, da completarsi tra 2012 e 2013: entro la fine di quest’anno saranno ultimati i rifacimenti di via Tornabuoni, via Cerretani e Panzani, via Martelli, piazza del Duomo e il percorso pedonale Duomo-Oblate, via delle Oche e via dello Studio, via delle Terme, via Sant’ Agostino, via della Colonna, piazza Santo Spirito, piazza dei Nerli, via Venezia, Micheli e Modena. Nel 2013 toccherà invece a via Por Santa Maria, piazza dei Ciompi e lungarno Acciaioli.

PICCOLO E’ PEGGIO. Ma come stanno le vie meno “importanti”? Partendo dal cuore della città, ztl e corsie preferenziali permettendo, basta fare un piccolo tour (anche su due ruote) per rendersi conto che le vie più piccole sono le più insidiose. Da piazza Stazione, per raggiungere i viali, si è dirottati su piazza Adua, per proseguire in via Bernardo Cennini e ritrovarsi in via Faenza. Incontriamo Salvatore, meccanico, che da 15 anni ha qui l’attività: “Si è chiesto più volte al Comune di intervenire, qui la strada è impercorribile a causa di questi dislivelli. Spesso gli anziani inciampano, e per un disabile è impensabile usufruire di un marciapiede così stretto e rovinato”.

IL TOUR. Il tour prosegue sui viali, dove la questione buche è stata risolta, ma appena arriviamo in lungarno della Zecca per raggiungere l’Oltrarno si torna a temere per gli ammortizzatori: anche la zona di Santa Croce, in particolar modo Borgo la Croce e via Magliabechi, ci fanno sobbalzare, ma dobbiamo raggiungere San Frediano. Lungarno Acciaioli, con Ponte Santa Trinita, prova a fermarci con qualche pietra saltata, ma in tre minuti arriviamo a lungarno Santa Rosa. Si prosegue a piedi. Borgo San Frediano appare percorribile, le sue traverse meno. In via Bartolini, piazza e via del Tiratoio, spuntano tanti piccoli crateri. La signora Maria fatica ad attraversare la piazza: “Queste buche mettono alla prova la mia pazienza, son già caduta tre volte, non sono segnalate e nessuno le sistema da anni”.

“PARTE DEL PAESAGGIO”. Per raggiungere via dell’Orto imbocchiamo via del Leone: un camioncino di Quadrifoglio, per i troppi sobbalzi, perde numerosi cartoni. “Queste buche le adoro, fanno ormai parte del paesaggio, ho anche dato loro un nome e non posso assolutamente pensare a come sarebbe un tragitto senza il loro dolce cullare”, commenta sarcasticamente Guido, in partenza con la sua moto da via del Leone. E come dice il corollario della prima legge del motociclista, “poggio e buca non fa pari, fa un poggio e una buca”.

Ultime notizie

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio

In quanti in macchina, regole del nuovo Dpcm sulle persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid

Centri commerciali aperti o chiusi nel weekend: regole del Dpcm

Shopping pre-saldi a ostacoli. In zona gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali (con qualche deroga)

Quante persone possono partecipare ai funerali: il Dpcm Covid e le regole

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti, per cosa scatta il divieto, quali sono le deroghe secondo il Dpcm