Tema di quest’anno era “Stradeamare” per le sei sezioni dedicate agli adulti e sette sezioni giovani (dai 16 ai 24 anni) cioè poesia inedita, lettera inedita, racconto inedito, fiaba e novella inedita, testo teatrale inedito e, per i giovani, articolo giornalistico.

I premi sono un medaglione in metallo dorato modellato da Egisto Magni e realizzato dalla ditta PIcchiani e Barlacchi, un diploma, l’antologia del premio e le opere offerte dalla casa editrice Pegaso. Per gli adulti anche un week end per due persone in un agriturismo del Chianti e per i giovani un assegno del valore di 500 euro, che nel caso di vincitori minorenni diventerà un buono per l’acquisto di libri di pari valore.

Verranno consegnati anche tre premi fuori concorso, tra cui uno alla memoria del giornalista della Nazione Ennio Macconi, scomparso da poco.

“Iniziative come questa sono molto importanti perché agire sulle coscienze, far capire alle persone il dramma che si nasconde dietro un incidente stradale, è un tassello fondamentale – commenta l’assessore alle politiche sociosanitarie Graziano Cioni – insieme alla repressione, alla prevenzione e all’educazione. Ed è ancor più importante perché coinvolge i giovani, una fascia di popolazione purtroppo molto colpita dagli incidenti”.