sabato, 8 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSan Lorenzo, appello al Prefetto....

San Lorenzo, appello al Prefetto. ”Ora azioni mirate per la sicurezza”

Ieri si è svolto un incontro in prefettura: i residenti hanno illustrato la situazione al pferetto Varratta. Previsti controlli specifici nei confronti di alcuni negozi.

-

San Lorenzo, i cittadini vanno dal prefetto.

L’INCONTRO. I residenti della zona, accompagnati dal presidente del Consiglio Comunale Eugenio Giani e dal priore della Basilica monsignor Angiolo Livi, insieme ai rappresentanti di alcune unioni di cittadini, anche stranieri (Associazione Insieme per San Lorenzo, Noi per Firenze, Associazione Comunità Peruviana e Comunità Cattolica Filippina), hanno espresso il loro malessere per il degrado del quartiere di San Lorenzo e avanzato la loro richiesta di aiuto. Un disagio contenuto anche in una petizione popolare, indirizzata al Comune, che ha raccolto mille firme e che ieri è stata illustrata al prefetto.

I PROBLEMI. Molti sono i fenomeni che, hanno sottolineato i residenti durante l’incontro di ieri, incidono negativamente sulla qualità della vita del rione: precarie condizione igienico-sanitarie, spaccio di droga, contraffazione, ubriachezza molesta, pressanti richieste di elemosina anche durante le funzioni religiose, esercizi commerciali dalla dubbia attività. I cittadini chiedono più rispetto delle regole del vivere civile, più attenzione ai problemi della zona e interventi di riqualificazione di tutta l’area. “E’ un quadro che conosciamo bene – ha spiegato Varratta – le problematiche di San Lorenzo sono da sempre al centro della nostra attenzione. Le forze di polizia operano nel quartiere con interventi sia quotidiani che straordinari, molte situazioni sono migliorate. Ora vedremo di aggredire con ulteriori attività mirate alcune zone, come via Panicale, per infondere un maggior senso di sicurezza nei cittadini”.

IL PREFETTO. Il prefetto pensa poi di accogliere la richiesta, formulata nella riunione di oggi, di effettuare una serie di controlli specifici nei confronti dei negozi di alimentari e bevande, molti dei quali secondo i residenti di San Lorenzo lavorano senza osservare le norme, pregiudicando così anche la salute dei consumatori. Varratta convocherà prossimamente il tavolo sulla concorrenza sleale, che nei mesi scorsi ha effettuato verifiche a tappeto in tutta la città, con “blitz” nei centri benessere e nei saloni di parrucchiere. Il team predisporrà una road map degli interventi necessari a San Lorenzo e negli altri quartieri.

GIANI. “Ringrazio il Prefetto – ha detto il presidente del consiglio comunale Eugenio Giani, che si era preso l’impegno di portare all’attenzione del Prefetto le questioni legate ai fenomeni di degrado e illegalità nell’area di San Lorenzo – per l’impegno e l’attenzione posta. Sono stati affrontati i temi contenuti nella petizione. Durante la riunione sono stati valutati i modi migliori per contrastare i fenomeni di degrado e illegalità e le soluzioni da applicare sul piano dell’ordine pubblico. Prossimamente – ha concluso Giani – dopo avere dato l’opportunità a tutti i soggetti di esaminare la questione, organizzeremo un altro incontro”.

Ultime notizie