lunedì, 18 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Un forno a microonde per...

Un forno a microonde per pneumatici ”fuori uso”

Presentata l’invenzione fiorentina chiamata Tyrebirth, per smaltire copertoni e pneumatici

-

Uno speciale forno a microonde progettato per smaltire copertoni e pneumatici “fuori uso”. Considerati rifiuti speciali, in base alle direttive europee questi non possono essere conferiti in discarica né integri né frantumati (eccetto le gomme delle biciclette).

l'invenzione fiorentina

E’ nata così, per risolvere il problema degli pneumatici arrivati a “fine carriera”, l’invenzione fiorentina chiamata Tyrebirth, che porta la firma del Dipartimento di Chimica dell'Università di Firenze e dei due chimici Piero Frediani, già professore ordinario di Chimica industriale all'Ateneo fiorentino, Silvio Occhialini, coordinatore del progetto, e dei loro collaboratori Luca Rosi, Marco Frediani, Andrea Undri e Stefano Meini. A finanziare la ricerca è il Gruppo CAF, guidato da Simone Gramigni, tra le aziende leader nel campo del sollevamento pesante, attiva nei settori delle bonifiche e dello smaltimento: è lei a detenere il brevetto di ricerca di Tyrebirth già depositato in Europa, Stati Uniti, Australia e Canada.

come funziona

Un'idea apparentemente semplice quella del “microonde per gomme”, ma che vuol avere un effetto rivoluzionario. Tanto che il prossimo obiettivo dei suoi inventori è la creazione di un impianto che avvii il trattamento termico degli pneumatici – ma anche di altri materiali plastici – a livello industriale.

Lo speciale forno a microonde riesce a portare la temperatura del materiale fino a 700° riuscendo a decomporre termicamente i copertoni in mezz'ora. In seguito alla scomposizione termica dei copertoni – viene spiegato – si formano un gas (15-20%), un liquido (35-40%) e un materiale solido (45%) che possono essere totalmente reimpiegati andando così a chiudere il ciclo completo del processo.

la presentazione

Presenti alla presentazione del forno anche l’assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni e il presidente dell'Area Lavoro di Legacoop Toscana Angelo Migliarini.

“Siamo di fronte ad una innovazione che potrà cambiare profondamente le abitudini del comune smaltimento degli pneumatici – ha spiegato Gramigni -. Fa piacere il fatto che sia nata in Toscana, da una collaborazione tra un'azienda del territorio e l'Università di Firenze. Adesso si apre la sfida vera: dopo la fase di sperimentazione e ricerca, Tyrebirth è pronto per misurarsi con il mercato, sia nazionale che internazionale, assumendo carattere e dimensioni di un processo industriale vero e proprio”.

Dopo la fase di sperimentazione, il prossimo passo in avanti sarà la realizzazione del forno industriale inserito in un impianto per il trattamento dei copertoni. I ricercatori e i progettisti hanno già sviluppato un forno che possa sottoporre a pirolisi venti pneumatici alla volta. Con sei macchinari del genere, si possono scomporre ogni ora – se si considerano anche i tempi necessari per il riscaldamento e il raffreddamento dei forni – circa 120 pneumatici.

Ultime notizie

Covid in Toscana, 18 gennaio: contagi in calo ma pochi tamponi

Dati su contagi di Covid in Toscana aggiornati al 18 gennaio: i nuovi casi positivi e il punto della situazione nel bollettino della Regione

Roboante sconfitta viola a Napoli

La classifica torna a preoccupare

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio

In quanti in macchina, regole del nuovo Dpcm sulle persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid