La variante è necessaria per localizzare nell’area il centro direzione della Provincia di Firenze e il nuovo campus scolastico per l’istruzione superiore.

I due insediamenti, rispettivamente di 22.000 metri quadrati e 45.000 metri quadrati di Sul (superficie utile lorda), non erano infatti previsti nel piano finora vigente a differenza della sede della Regione Toscana. Ma erano già contenuti nel protocollo d’intesa sottoscritto nel 2006 tra Comune, Provincia e Regione in merito all’area di Castello.

“Con questo atto diamo attuazione a quanto previsto nel protocollo – ribadisce l’assessore Biagi – e diamo il via alle procedure per il necessario accordo di pianificazione tra gli enti interessati. Procedure che, questo è il nostro obiettivo, dovrebbero concludersi entro l’attuale mandato amministrativo di Comune e Provincia”.