Si chiama “Staff” ed è un robot che ha la capacità di testare la qualità di una borsa, di un accessorio in pelle, di un capo di abbigliamento, sia in fase di progettazione che in quella di produzione, e di stabilirne il ciclo di vita .

“Staff” fa parte di un progetto del progetto di ricerca “Overquality” che è stato attivato fra l’azienda Zetati e il dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali dell’Università degli Studi di Firenze, con un finanziamento della provincia di Firenze.

Il progetto “Overquality” ha portato a brevettare un macchinario antropomorfo per testare la qualità dei prodotti finiti, garantendo una maggiore qualità a vantaggio del consumatore finale e del produttore. Per fare ciò,” Staff” è dotato di una serie di dispositivi per riprodurre le condizioni ambientali più diverse, comprese umidità, esposizione solare, temperatura, effetti della sudorazione e di reale utilizzo degli oggetti da testare.

L’uso di dispositivi avanzati permetterà di effettuare simulazioni di usura degli oggetti in maniera veloce, considerando gli oggetti finiti e non i singoli componenti da cui sono composti, come pellami, accessori metallici e chiusure lampo. Questo approccio permetterà di far emergere le eventuali difettosità che fino ad oggi era possibile riscontrare soltanto dopo che l’oggetto era stato venduto e utilizzato dal consumatore finale per un certo periodo di tempo, ipotizzando così una possibile durata del prodotto (ciclo di vita determinato).

Il progetto è stato sviluppato a seguito di un lavoro di oltre un anno con l’Università, dedicato all’ideazione complessiva del sistema, dalla struttura generale, all’ideazione dei cinematismi per le movimentazioni del manichino e delle funzioni accessorie. L’idea progettuale è stata tutelata attraverso la brevettazione (è stata presentata domanda di brevetto nel corso del 2008) ma non è ancora stato sviluppato il prototipo.