martedì, 26 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica ''Vandalismo e sporcizia, ora basta''

”Vandalismo e sporcizia, ora basta”

Isolotto, i residenti della zona alzano la voce dopo gli ultimi episodi. Motorini distrutti e abbandonati in strada, immondizia gettata qua e là nei giardini, oggetti di tutti i tipi (da materassi a pezzi di armadi e perfino sanitari) lasciati accanto ai cassonetti. “La cattiva educazione di molte persone ha peggiorato la vivibilità del quartiere”.

-

Non ce la fanno più i residenti dell’Isolotto a vedere il proprio quartiere “allo sbando”. Negli ultimi mesi, infatti, il quartiere 4 è stato scenario di atti di vandalismo e inciviltà, tra motorini distrutti e abbandonati ai bordi dei marciapiedi fino ad arrivare all’immondizia lasciata nei giardini. È ormai “famoso” il caso del motorino abbandonato per più di un mese in via Modigliani. Dopo essere stato distrutto piano piano, partendo dalla sella, è rimasto soltanto lo scheletro dello scooter, lasciato sul ciglio della strada.

MOTORINI. Diversa sorte era capitata al ciclomotore che l’ha preceduto, sempre in via Modigliani, che era stato letteralmente “sventrato” per poi venire depositato accanto ai cassonetti e finalmente rimosso dopo qualche giorno. “La cosa che mi lascia allibita è che la carcassa del motorino sia ancora lì, ferma da molte settimane”, commenta una signora residente proprio in via Modigliani. Un’altra zona che sembra essere stata lasciata ultimamente un po’ allo sbaraglio è il giardino dietro il supermercato dell’Argingrosso, spesso ricoperto di cartacce, giornali e bottiglie vuote. Non solo, sul prato si trovano regolarmente anche ossi e residui di cibo, segno che ci sono persone che, dopo aver bivaccato sulle panchine del giardino, buttano tutti gli avanzi per terra, ignorando i cestini dell’immondizia presenti. La situazione è abbastanza critica anche dove sono posizionati i cassonetti. “Capita di trovare dei sacchetti al di fuori dei cassonetti stessi – dice un signore – anche quando non sono pieni, quindi non se ne capisce il motivo”.

ABBANDONI. Non solo, vicino a queste aree vengono spesso lasciati gli oggetti più impensati, da materassi a schermi di computer o persino ante di armadi. “Alcune volte mi è addirittura successo di esser venuta a buttare l’immondizia e trovare dei sanitari lasciati accanto ai cassonetti”, racconta sorridendo (ma non troppo) una ragazza. Senza contare che il Quadrifoglio svolge appositamente un servizio di ritiro per i rifiuti ingombranti dietro prenotazione telefonica, come si può leggere direttamente sul sito internet dell’azienda. Questi, ovviamente, sono casi estremi di inciviltà, da cui però ultimamente il quartiere 4 è stato purtroppo interessato più volte.

PULIZIA. Nella zona, inoltre, molti cittadini si lamentano per la pulizia delle strade. “In alcune vie del quartiere avviene solo una volta al mese, a seconda delle zone – afferma un pensionato – in alcune il primo lunedì del mese, in altre il terzo sabato. In altri quartieri il lavaggio c’è una volta a settimana, l’Isolotto è di fatto una delle zone di Firenze meno pulite, dove il lavaggio delle strade viene effettuato meno, non mi sembra giusto”. Così, capita di trovare continuamente cartacce ai margini dei marciapiedi, assicurano molti residenti della zona. Addirittura – aggiungono altri abitanti – in viale Canova sono stati lasciati alcuni sacchetti dell’immondizia attaccati a una rete che separa il marciapiede dall’autolavaggio presente. “Parlare di degrado all’Isolotto forse è esagerato, soprattutto visto il passato di questo quartiere, che inizialmente veniva considerato il ‘Bronx’ di Firenze, ma si può dire che almeno in parte la cattiva educazione di molte persone ha peggiorato la vivibilità nella zona – conclude una giovane cittadina residente nella circoscizione – con poche attenzioni in più e una buona dose di educazione l’Isolotto potrebbe tornare a essere abitabile come lo è sempre stato negli ultimi anni”.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: i dati delle ultime 24 ore per regione

I dati del 25 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?

Quante persone possono entrare in un negozio: come calcolare il numero massimo

Come calcolare il numero massimo di persone ammesse in un negozio: le regole anti-Covid del nuovo Dpcm, dal cartello a quanti clienti possono entrare per metro quadrato

Quando il cambio di colore delle regioni: ogni quanto vengono decisi i colori Covid

Permanenza più lunga in zona arancione e rossa: quando viene deciso il cambio di colore delle regioni italiane e quando cambiano effettivamente i colori, con l'entrata in vigore dell'ordinanza

Zona rosso scuro: cosa significa per chi vuole viaggiare in Europa e Italia

Nella "mappa" dell'Europa arriva una nuova zona, rosso scuro, con limitazioni per chi vuole viaggiare: cosa significa e cosa cambia nelle regioni italiane che finiranno in questa fascia di rischio