sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Ztl, 43mila permessi attivi

Ztl, 43mila permessi attivi

E' stato presentato il resoconto della zona a traffico limitato 2008: oltre 43mila permessi attivi per il transito e la sosta nella ztl, che superano gli 86mila se si considera anche le zcs, invalidi compresi. Una media di 55mila transiti al giorno sotto le porte telematiche.

-

Ztl, ecco i “numeri” del 2008. Oltre 43.000 permessi attivi per il transito e la sosta nella ztl che superano gli 86.000 se si considera anche le zcs, invalidi compresi. Una media di 55.000 transiti al giorno sotto le porte telematiche (incluse quelle delle corsie preferenziali) compresi quelli dei mezzi pubblici, di soccorso e delle forze di polizia. Sono solo alcuni dei dati illustrati ieri dal vicesindaco Giuseppe Matulli, dai tecnici della direzione mobilità e della Sas e dalla Polizia Municipale.

Il vicesindaco ha spiegato che l’attuale normativa della zona a traffico limitato ha un duplice obiettivo: tutelare il centro storico (che corrisponde grosso modo alla ztl) e al tempo stesso mantenere in equilibrio le diverse esigenze degli utenti che per varie ragioni devono recarsi in centro (residenti, gestori di attività varie, utenti diretti alle funzioni presenti, visitatori etc). Sfogliando i dati relativi al 2008 emerge che i residenti della ztl sono circa 40.000 pari a circa 24.000 nuclei familiari e di questi quasi 17.000 hanno un permesso per il transito e la sosta in ztl. Sono invece circa 15.000 i contrassegni per invalidi: nel 2008 erano attivi quasi 12.000 permessi rilasciati per titolari residenti nel Comune di Firenze e poco più di 3.000 per quelli invece residenti fuori Comune. Infine il resto delle autorizzazioni permanenti (dal trasporto merci agli artigiani, dalle autorimesse all’assistenza domiciliare e via dicendo) e provvisori (per esempio per i cantieri oltre i tre giorni) che porta il numero totale dei permessi ztl a 43.300.

A queste autorizzazioni si devono poi aggiungere i permessi rilasciati per periodi inferiori a tre giorni: la Polizia Municipale e l’ufficio contrassegni della Sas l’anno scorso hanno rilasciato oltre 103.000 autorizzazioni di cui 71.020 a pagamento (per un incasso di 355.100 euro) e 32.399 gratuiti. Sugli invalidi i tecnici della direzioni mobilità hanno sottolineato che nell’anno in corso si assiste ad una riduzione dei contrassegni del tipo invalido dovuta da un lato alla istruttoria di rilascio più rigorosa e dall’altro agli accresciuti controlli della Polizia Municipale. Da un paio di anni infatti i vigili hanno avviato, soprattutto in centro storico, una verifica a tappeto dei permessi invalidi per sanzionare l’utilizzo improprio e l’abuso: un migliaio i contrassegni censiti e oltre 150 le notizie di reato trasmesse alla magistratura (tra i casi più frequenti quello di mancata riconsegna del permesso in caso di morte dell’intestatario o di cessato diritto).

Rimanendo in tema di sanzioni, la Polizia Municipale nel 2008 ha elevato una media di 1.250 contravvenzioni al giorno per transiti non autorizzati in ztl pari al 2,25% dei passaggi totali. A queste si aggiungono le oltre 10.000 multe elevate per violazioni della sosta all’interno della ztl (non autorizzati, permessi diversi etc). Sempre la Polizia Municipale ha intensificato i controlli sull’utilizzo dei contrassegni: negli ultimi quattro mesi sono stati ritirati oltre 200 permessi per uso improprio, perdita del titolo autorizzativo etc.

Ma la Sas gestisce, su mandato del Comune, anche il rilascio dei permessi della zcs: nel 2008 i contrassegni attivi erano oltre 26.000. I tecnici della Sas hanno colto l’occasione per illustrare alcuni nuovi servizi attivati dalla società per semplificare il rapporto con l’utenza. Sul sito della Sas (www.serviziallastrada.it) è possibile verificare la scadenza dei permessi della ztl e della zcs (richiedibile anche una comunicazione email) e contattare la società anche attraverso Skype. In preparazione infine la Carta dei Servizi che consentirà una maggiore trasparenza nei rapporti tra utente e società.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin