lunedì, 12 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Calciomercato: Fiorentina, (ri)preso Milan Badelj

Calciomercato: Fiorentina, (ri)preso Milan Badelj

Presentato ufficialmente Milan Badelj che torna ufficialmente a giocare con la maglia viola. I dettagli dell'operazione di calciomercato

-

Dopo una sola stagione alla Lazio torna a vestire la maglia della Fiorentina Milan Badelj. Un ritorno fortemente voluto dal direttore sportivo Daniele Pradè e sponsorizzato da Vincenzo Montella.

In molti si chiederanno come mai Milan Badelj se n’è andato via a parametro zero (vale a dire gratis) alla Lazio e, dopo appena un anno, torna a Firenze. Sono i misteri del calcio mercato. Anche perché l’unica che ci guadagna qualcosa in questo affare è la Lazio.

Il club viola, infatti, che perse un giocatore importante a centrocampo non ci guadagnò nulla dalla cessione mentre la società di Lotito avrà una plusvalenza da mettere in bilancio.

Le cifre del ritorno di Badelj alla Fiorentina

Il giocatore croato torna a Firenze con diritto di riscatto e non obbligo. Questo l’accordo definitivo tra Fiorentina e Lazio per il ritorno in viola di Milan Badelj. Il prestito sarà oneroso (700 mila euro), la somma per il riscatto è stata pattuita in 4,3 milioni. Totale dell’operazione: 5 milioni.

La presentazione viola di Badelj

Lo stesso giocatore si è presentato accanto a Joe Barone e Daniele Pradè che ha subito sottolineato che “sotto l’aspetto economico Milan Badelj ha fatto un sacrificio, perché da noi guadagnerà meno che alla Lazio. Col presidente Commisso ho parlato fin dai giorni che ho firmato il contratto di come ricostruire questo gruppo. Partendo dagli uomini, da persone che sentivano questa maglia, il primo nome fu di Milan Badelj. Sapevamo che c’erano difficoltà, essendo andato via a parametro zero un anno fa. Ma nella testa di tutti – ha aggiunto Pradè – c’era la voglia di farlo. L’arrivo di Milan non cancella gli altri obiettivi per il centrocampo. Con lui possiamo giocare con più moduli tattici, è un calciatore intelligente. Lo stesso vale per Boateng che presenteremo domani, sono giocatori che si adattano alle esigenze dell’allenatore”.

“L’anno scorso ho preso la decisione di lasciare la Fiorentina solo per motivi sportivi. Dopo quattro anni trascorsi qua la mia volontà a 29 anni – ha spiegato Milan Badelj – era di provare qualcos’altro. Oggi il mondo per me è cambiato, parecchio. Il mio legame con Firenze, la Fiorentina ed i fiorentini non è mai stato in dubbio. Non ho mai smesso di amarvi. Tranne la permanenza alla Lazio, questa per me era l’unica soluzione. Riparto dalle persone che mi hanno portato qua, le ringrazio di cuore. Farò di tutto per conquistare la fiducia dei tifosi”.

Ultime notizie

Feste private, quante persone posso invitare? Verso lo stop con il nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm anti Covid introdurrà forti limiti su quante persone possono partecipare alle feste private, possibile anche lo stop totale

Smart working, pubblica amministrazione e privati: proroga fino a quando

La legge rilancio, lo stato di emergenza e il nuovo decreto Covid del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e per i dipendenti del settore privato

Blocco sport di contatto, chiusura del calcetto e palestre: il nuovo dpcm

Il governo sembra orientato sulla linea dura: stop agli sport di contatto, blocco delle partite di calcetto, ma niente chiusura delle palestre

Dpcm ottobre 2020: quando esce il nuovo testo in Gazzetta ufficiale (pdf)

In arrivo il nuovo dpcm di ottobre, con ulteriori restrizioni per locali, sport di contatto e feste private. Il testo presto in Gazzetta Ufficiale, anche in pdf