martedì, 27 Settembre 2022
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina, al fotofinish, conquista...

La Fiorentina, al fotofinish, conquista la semifinale di Coppa Italia

Espugnata Bergamo in 10 con una rete di Milenkovic in pieno recupero. Espulso Martinez Quarta. Due rigori realizzati da Piatek

-

Pubblicità

La Fiorentina, dopo aver vinto in campionato, torna al successo anche in Coppa Italia contro l’Atalanta. Al Gewiss i viola s’impongono (3-2) con una doppietta di Piatek e la rete di Milenkovic nel recupero del secondo tempo.  per gli ospiti il quarto di finale più combattuto, emozionante ed equilibrato visto sinora. Vincenzo Italiano cambia completamente il suo tridente, rispetto alla gara con la Lazio, scegliendo Gonzalez, Piatek e Saponara. In difesa la coppia Martinez Quarta-Igor con Milenkovic solo in panchina. Gasperini, a sorpresa, lascia a riposo Muriel e sceglie, per la prima volta, Boga dall’inizio con Hateboer sulla fascia destra.

La partita Atalanta – Fiorentina

Prima emozione dopo 9 minuti. L’arbitro Fabbri viene richiamato dal Var per un pestone di De Roon su Nico Gonzalez proprio sulla linea dell’area nerazzurra. Il direttore di gara decreta il rigore per i viola, trasformato da Piatek. Al 21’ la risposta dell’Atalanta con Boga ma Terracciano para. Passano pochi minuti ed è Gonzalez a mettere pressione al portiere bergamasco Musso che devia in angolo. Al 30’ Zappacosta s’inventa un tiro imparabile che s’insacca dopo aver colpito la traversa. Prima dell’intervallo Boga libera la corsa di Zappacosta ma l’azione termina con un palo, a Terracciano battuto, con Pasalic che poi non trova lo spiraglio per la rete.

Pubblicità

Fiorentina più concreta nella ripresa. Punizione di Biraghi e colpo di testa di Piatek che finisce sopra la traversa. Al 56’ Boga salta Martinez Quarta e, di piatto, piazza la palla alle spalle di Terracciano per il 2-1 dell’Atalanta. Al 61’ ci prova Sottil con un bel sinistro ma al 69’ Koopmeiners atterra Maleh in piena area. Altro rigore e ancora Piatek sul dischetto. Musso respinge, ma la palla termina nuovamente sui piedi del polacco per il più comodo dei tap in. È il 2-2 che prelude ai supplementari. Al 78’ Zappacosta colpisce la traversa e, subito dopo, ottiene il vantaggio numerico, grazie all’espulsione per doppia ammonizione di Martinez Quarta. Entra  Milenkovic al posto di Maleh. È la mossa vincente perché è proprio Milenkovic, in pieno recupero, a decidere la qualificazione con un gran tiro dal limite. È il 3-2 che proietta la Fiorentina in semifinale.

L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Nel primo tempo, prima del pareggio, stavamo gestendo bene la gara. Abbiamo avuto alcune situazioni per andare sul 2-0. Poi l’Atalanta è venuta fuori. In 10 non è mai facile, ma siamo stati bravi. Nel finale – continua l’allenatore viola – ho chiamato tutti in avanti, per crederci. Fortunati e bravi nel superare il turno: ci tenevamo. Son contento per Piatek, si sta allenando benissimo, sa che deve entrare immediatamente nei nostri meccanismi, è entrato bene, si è sacrificato. Vincere a Bergamo non è semplice, così come giocare alla pari con la squadra di Gasperini, dobbiamo esserne orgogliosi. Si lavora duramente, continuiamo a farlo per prevenire questi alti e bassi. Battiamo forte durante la settimana per migliorare, son contento dell’atteggiamento portato in campo dai ragazzi. Siamo stati bravi a reagire, come altre volte, dopo una sconfitta”.

Pubblicità

 

Pubblicità

Ultime notizie