sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina, grazie a Vlahovic,...

La Fiorentina, grazie a Vlahovic, vince di forza a Benevento

Tripletta dell’attaccante serbo che sale a quota 12 reti

-

Netta vittoria della Fiorentina al “Ciro Vigorito” di Benevento contro una diretta concorrente per la salvezza. Tre punti preziosi arrivati grazie ad una tripletta di Dusan Vlahovic ed al gol di Eysseric. Di Ionita la rete dei sanniti. Cesare Prandelli rilancia Caceres da titolare a destra, con Venuti a sinistra e lascia Biraghi in panchina. A centrocampo Bonaventura con Pulgar ed Eysseric mentre Ribery è tornato accanto a Vlahovic. Pippo Inzaghi sceglie l’argentino Gaich al centro dell’attacco, con Viola e Caprari a completare il tridente.

Primo Tempo

Parte bene la Fiorentina che dopo soli 9 minuti va in gol con Vlahovic su assist di Eysseric. Ottima la conclusione di mancino che sorprende Montipò. Al 26’ il raddoppio che parte da un angolo che Ceceres cerca di concretizzare in rete di testa. Il portiere Montipò para ma non respinge ed il pallone, finito sui piedi di Vlahovic va in rete per il 2-0. Il gol più bello però il serbo lo realizza al 46’ direttamente sul rilancio di Dragowski. L’attaccante segna il suo dodicesimo gol stagionale proteggendo palla su Glik e scagliando un tiro da 25 metri che si spegna al sette sorprendendo Montipò. Si va al riposo con un secco 3-0 per i viola.

© Tiziano Pucci – Agenzia Fotografica Italiana

Secondo Tempo

Il Benevento non demorde e nei primi 20 minuti della ripresa punta a riaprire la gara. Al 55’ Ionita accorcia le distanza con un colpo di testa sul corner di Caprari, Dragowski al 62’ salva il punteggio sullo stesso attaccante del Benevento. Al 72’ ci prova Caprari ma Eysseric riesce a sventare il pericolo. Al 75’ Venuti recupera palla e serve Ribery, il francese serve il connazionale Eysseric che segna il 4-1 definitivo. La Fiorentina con questi tre punti fa un bel balzo in avanti in classifica mentre il Benevento torna nella zona calda.

L’allenatore

Cesare Prandelli si è detto stanco a fine gara. “Sono felice per la tripletta di Ribery. Il merito è solo suo, lui deve trovare ancora più tranquillità. Adesso sarà più complicato, le aspettative su di lui si alzano. Sappiamo che il Benevento è forte sulle seconde palle, abbiamo cercato di giocare in maniera razionale e di non lasciare spazi. Ribery mi aveva detto che avrebbe potuto fare anche 90 minuti, ma io sono abbastanza vecchio – aggiunge Prandelli – e non ho calcolato il tempo. Contento anche per Eysseric, può giocare dappertutto, ha lavorato e sofferto molto per mettermi in difficoltà e ci è riuscito. Attaccheremo gli spazi anche contro le grandi, giocheremo in verticale. Sono molto stanco, un po’ vuoto. Non ho particolari motivi, sono semplicemente stanco. Firenze stimola molto e chiede molto, io avevo capito fin dall’inizio quale poteva essere il nostro campionato. Abbiamo cercato di far gruppo tra di noi, all’esterno ci sono sempre situazioni da tamponare, ma a me non piace tamponare, voglio vivere le cose a viso aperto”.

Ultime notizie