sabato, 26 Novembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaCoppa Italia, la Fiorentina sbanca...

Coppa Italia, la Fiorentina sbanca Napoli

Prodezze, tre espulsioni e tanto spettacolo. Sontuosa vittoria (5-2) ai supplementari e passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia

-

- Pubblicità -

La Fiorentina strapazza il Napoli al Diego Armando Maradona. Vince ai supplementari e vola ai quarti di finale di Coppa Italia al termine di una partita ricchissima in cui succede praticamente di tutto: sette reti e tre espulsioni. Italiano sceglie Castrovilli a centrocampo e Nastasic in difesa. Vlahovic confermato in attacco, il primo a segnare mentre Piatek è in panchina ma segnerà la penultima rete. Tra i pali si rivede Dragowski che sarà il primo espulso dopo due gravi errori. Azzurri con l’acquisto invernale Tuanzebe.

Primo Tempo

La Fiorentina appare più organizzata, impone il gioco ed è più pericolosa. Il Napoli vive di fiammate e si affida, soprattutto a Politano e Petagna. Al 18’ Milenkovic fa tremare la traversa partenopea di testa. Al 41’ Nico Gonzalez riesce a crossare in area per Saponara che mette giù la sfera e serve Vlahovic che, in un fazzoletto di terra, sorprende Ospina per il vantaggio viola. Passano due minuti ed il Napoli pareggia grazie ad un errore di Dragowski che rinvia male e serve Petagna. Il tiro viene ribattuto ma arriva Mertens e segna l’1-1. In pieno recupero è ancora Dragowski il protagonista in negativo. Non intercetta un passaggio di Venuti e butta giù Elmas, fuori area, lanciato a rete. L’arbitro Ayroldi estrae il cartellino rosso e lo espelle. Entra Terracciano ed esce Duncan che era stato ammonito per un brutto fallo ai danni di Politano. Si va al riposo sul pareggio.

Secondo Tempo

- Pubblicità -

Anche Spalletti cambia il portiere. Ospina, vittima di problemi fisici, viene rilevato da Meret ma è Terracciano a prendersi i primi applausi al 50’ quando devia in angolo un tiro di Demme. Al 57’ Biraghi raccoglie la respinta corta della barriera sugli sviluppi di una punizione e segna il 2-1. Gonzalez, al 69’, spara alle stelle la palla dell’1-3. All’80 è Lozano a colpire un palo ma proprio il messicano, dopo tre minuti, viene espulso per un fallaccio su Gonzalez. In pieno recupero viene espulso anche Fabian per doppio giallo ma Petagna (in 9 contro 10) manda il Napoli ai supplementari, al 95’ insaccando da dentro l’area.

Supplementari

Meret si supera su Maleh, al 98’,  ma nulla può sul destro volante di Venuti che segna al 106’ il 3-2 per i viola. In avvio di secondo supplementare Piatek, subentrato a Vlahovic, insacca su cross basso di Venuti. La Fiorentina chiude senza affanno e trova il 2-5 con Maleh in contropiede. Fiorentina ai quarti di finale di Coppa Italia.

L’allenatore

- Pubblicità -

Dimenticata la sconfitta contro il Torino, Vincenzo Italiano è felice, a fine gara. “La soddisfazione più grande è aver ritrovato lo spirito che sembrava perso a Torino. Sono contento per la reazione, soprattutto nel primo tempo quando è stata partita vera in parità numerica. Come spesso capita poi abbiamo due minuti di follia. Siamo contenti di aver superato il turno, sono contento di aver ritrovato la mia squadra. Sono arrabbiato per il gol del 2-2 preso in quel modo, eravamo in pieno dominio e loro in nove uomini, potevamo evitare. Dragowski ha sbagliato, può capitare, capirà dagli errori. Qualsiasi allenatore non riesce a stare sereno dopo una partita del genere, dove accade di tutto e gli errori sono grossolani. Oltre a gioire nei prossimi giorni bisogna analizzare cosa non va. Piatek è entrato nel modo in cui dovevamo difendere in inferiorità e si è sacrificato, poi con il vantaggio numerico alla prima palla ha fatto gol. Ci darà questo, sono convinto, è esperto di queste situazioni. Sono contento anche per come è entrato Ikonè, smaliziato nell’uno contro uno. Due innesti di qualità – conclude Italiano – che ci daranno una grossa mano”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -