mercoledì, 22 Gennaio 2020
Home Sezioni Fiorentina Secondo stop per la Fiorentina....

Secondo stop per la Fiorentina. Anche a Verona una brutta prestazione

Senza Castrovilli, Pulgar e Chiesa la Fiorentina perde anche a Verona. Seconda sconfitta consecutiva e situazione sempre più difficile per la squadra, lontanissima dalla zona Europa e con Vincenzo Montella adesso in bilico

-

Il Verona supera con un gol di Di Carmine (ex viola) la Fiorentina e la sorpassa in classifica. Una gara drammatica per gli uomini di Vincenzo Montella, mai pericolosi e che devono ringraziare il portiere Dragowski che ha evitato un passivo più pesante. Nelle ultime cinque giornate una vittoria, un pareggio e tre sconfitte. La Fiorentina è stata risucchiata a metà classifica ed ora la posizione di Vincenzo Montella è messa in forte discussione. Il tecnico è stato costretto a schierare una squadra d’emergenza. Senza Pulgar e Castrovilli squalificati e con Chiesa alle prese con qualche problema fisico Montella ha scelto Venuti e Cristoforo a centrocampo, Vlahovic in attacco accanto al rientrante Ribery l’unico, come sempre, a giocare da campione ed ha meritarsi ampiamente la sufficienza al pari di Dragowski. Juric schiera il miglior Verona e ottiene i tre punti.

Verona Fiorentina. Primo Tempo

La partita della Fiorentina inizia subito male. Di Carmine allarga il braccio in uno scontro aereo con Pezzella dopo due minuti e mette ko il difensore viola. Montella è costretto al primo cambio inserendo Ceccherini. Il Verona ne approfitta per provare  segnare. All’11’ Gunter ci prova sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma non trova la porta, al 13’ ci prova Dalbert per la Fiorentina ma la difesa scaligera riesce a liberare. Al 21’ ci prova Salcedo ma anche il tiro del veronese finisce ampiamente fuori. Al 30’ Ribery cerca di innescare Vlahovic ma la difesa di casa riesce ancora a salvarsi. Al 38’ Dragowski salva il pareggio parando un gran turo di Faraoni. Si va al riposo a reti bianche.

Verona Fiorentina. Secondo Tempo

Il Verona parte più convinto nella ripresa. Subito Verre ci prova su passaggio di Amrabat ma anche questa volta la scarsa precisione ha il sopravvento. Al 50’ ci prova Benassi su punizione e, dopo 3 minuti, ha sui piedi ancora un buon pallone ma spreca. Al 60’ Dragowski è ancora superlativo su una nuova incursione di Salcedo. Al 65’ è sempre Benassi a riproporsi, senza fortuna, in attacco ma al 66’ arriva il primo gol di Di Carmine che finalizza un’azione corale in contropiede con un be velo di Verre. E’ l’1-0 che deciderà la gara. Al 74’ ed all’88’ è sempre Dragowski protagonista a parare due azioni d’attacco degli scaligeri. Finisce con la vittoria dei gialloblù che superano i viola in classifica.

L’allenatore

Insoddisfatto Vincenzo Montella. “Non abbiamo fatto una buona gara a livello tecnico. Abbiamo subito un gran gol nel migliore momento nostro. Su questo campo e contro il Verona hanno sofferto tutti quest’anno, non posso rimproverare niente, qualche attenuante può esserci per via delle assenze. Un momento difficile – aggiunge l’allenatore viola – ma talvolta si cresce in questi momenti. Fa male perdere. Ci sono momenti difficili e questo lo è sicuramente. Oggi abbiamo perso a livello tecnico. Bisogna lavorare a testa bassa e riconquistare i tifosi, che saranno preoccupati e distanti dopo queste due sconfitte. I fischi subiti ci stanno. Faremo di tutto per trasformarli in applausi. L’assenza di Pezzella è stata molto pesante. Chiesa non sta bene, quando lo sarà mentalmente e fisicamente giocherà”.

- Pubblicità -

Ultimi articoli

Severgnini si racconta al Teatro Puccini

L’editorialista porta il suo “Diario sentimentale di un giornalista” a Firenze: ed è subito messinscena

Tramvia, linea 3.2: “Solo un terzo del percorso con i pali”

Intervistato da Lady Radio, il sindaco Dario Nardella fa il punto sui lavori per le nuove linee e anche sulla tecnologia che permetterà ai tram di viaggiare, in alcuni tratti, a batteria

La scuola al cinema: l’Istituto Marco Polo di Firenze in un film

Ci si resta anche al pomeriggio, si impara con metodi all’avanguardia e la parola d’ordine è “accoglienza”. Una scuola strana, l’Istituto Marco Polo. Che ora diventa un film

Natura collecta, a Firenze in mostra i prodigi della natura

Minerali rari, animali esotici, conchiglie e piume trasformate in oggetti di lusso. I gioielli della natura sono esposti in San Lorenzo
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza online, analizzare il traffico del sito e personalizzare i contenuti. Dando il vostro consenso, ne accettate l'uso in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi