sabato, 23 Settembre 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina allo stadio Padovani:...

La Fiorentina allo stadio Padovani: la capienza va aumentata

La Fiorentina allo stadio Padovani durante i lavori per il nuovo Franchi: più che un'idea. I dettagli del progetto

-

- Pubblicità -

La Fiorentina allo stadio Padovani. È l’ultima idea per far sì che la squadra viola, durante i lavori di restyling del Franchi, non debba trasferirsi fuori città o addirittura, come qualcuno sostiene, fuori dalla Toscana. L’idea piace a tutti e potrebbe essere davvero percorribile.

Fiorentina allo stadio Padovani: l’idea di tribune modulabili per aumentare la capienza

Per far sì che la Fiorentina possa giocare allo stadio Padovani durante i lavori di riqualificazione dello stadio Franchi devono essere garantite alcune cose, tra cui la capienza. Al momento la capienza minima per giocare in serie A è di 12mila posti. Palazzo Vecchio starebbe già lavorando al progetto, inserendo tribune modulabili e smontabili in grado di superare la capienza minima, arrivando intorno ai 15-16mila posti. Dal rugby al calcio, ecco la soluzione che può far svoltare la situazione.

- Pubblicità -

A proposito del trasferimento della Fiorentina allo stadio Padovani il direttore generale della Fiorentina Joe Barone ha spiegato di star lavorando “sul campo del rugby per fare una struttura provvisoria per poter giocare lì durante i lavori. Ma si deve fare entro un anno perché poi ci saranno i lavori. Vediamo, perché ci sono bandi, procedure, e solo 12 mesi per mettere in piedi uno stadio provvisorio”. E il rugby? Si trasferirebbe al centro sportivo Astori, dal momento che la Fiorentina andrà al Viola Park. Sull’operazione si registra anche l’ottimismo del sindaco Dario Nardella e del presidente della Regione Eugenio Giani ha detto che “è importante occuparsi di una cosa per volta, senza fare la girandola dei posti in cui far giocare la Fiorentina”.

I lavori allo stadio di Firenze

Nel frattempo sullo stadio di Campo di Marte c’è da valutare il ricorso con richiesta di sospensiva che la fondazione Pnl project, presieduta dal nipote del progettista del Franchi, Marco Nervi, ha depositato nei giorni scorsi al Tar. Tra le elementi chiave del ricorso la violazione delle norme sulla tutela dei beni vincolati con un bando di gara che ha portato ad un progetto che rende il disegno originario dello stadio Franchi ‘illeggibile’.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -