mercoledì, 17 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaCompenso scrutatori elezioni europee e...

Compenso scrutatori elezioni europee e comunali 2024

Quest'anno il gettone di presenza per chi lavora ai seggi cresce. Pubblicata la circolare. Chi farà l'en plein di consultazioni potrà arrivare a prendere fino a 213 euro

-

- Pubblicità -

Il compenso degli scrutatori per le elezioni europee, comunali e regionali 2024 cresce rispetto al passato: il nuovo decreto legge del governo ha innalzato la “paga” per chi lavorerà ai seggi in occasione dell’election day dell’8 e 9 giugno 2024. In queste date infatti potrebbero condensarsi ben 3 consultazioni, più – nel caso delle grandi città interessate dalle amministrative – anche quelle circoscrizionali o di quartieri. L’incremento di questo gettone di presenza è stato deciso dal governo sia per il maggiore impegno (il compenso di uno scrutatore infatti non è conteggiato per ogni giorno di lavoro, ma a forfait) e per la crescente difficoltà di trovare persone disponibili a questo impiego nonostante il pagamento di un rimborso esentasse. Quinti quanto guadagnano gli scrutatori?

Quanto prenderanno in più gli scrutatori e i presidenti di seggio per le elezioni 2024?

Nel decreto elezioni, approvato dal Consiglio dei ministri il 25 gennaio 2024, è stata prevista la possibilità di accorpamento delle europee con le regionali e le comunali e un aumento, solo per quest’anno, del 15% del compenso riconosciuto a scrutatori e presidenti di seggio. Inizialmente si era parlato di un 30%, ma poi la cifra è stata ritoccata con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge n°7 del 29 gennaio che recita: “Per l’anno 2024, in considerazione del prolungamento delle operazioni di votazione, ai componenti degli uffici elettorali di  sezione e dei seggi speciali […], spettano gli onorari fissi forfetari di cui all’articolo 1 della legge 13 marzo 1980, n. 70, aumentati del 15 per cento”.

- Pubblicità -

Come base per calcolare l’incremento, quindi si fa riferimento alle cifre stabilite dalla legge n° 70 del 13 marzo 1980, modificata dalla legge n° 62 del 16 aprile 2002. I cittadini che ricopriranno questi ruoli saranno impegnati nei giorni del voto, sabato 8 giugno, le urne saranno aperte dalle 15 alle 23 e domenica dalle 7 alle 23, ma anche nelle ore precedenti per preparare i seggi e per lo spoglio delle schede. Per le europee lo scrutinio inizierà alle 23 di domenica, mentre nel caso siano previste comunali o regionali, si continuerà con lo scrutinio dalle ore 14 di lunedì 10 giugno. L’impegno previsto è quindi di 3-4 giorni, con la possibilità di giornate di riposo per i lavoratori dipendenti (vedi sotto).

Il compenso degli scrutatori per le elezioni 2024 europee, regionali e comunali

Lo scorso 18 aprile il Ministero dell’Interno ha pubblicato la circolare n° 34 che fissa nero su bianco il compenso per gli scrutatori e per i presidenti di seggio in occasione delle elezioni europee, regionali, comunali e circoscrizionali 2024. Come detto per questa tornata il governo ha deciso un incremento dell’onorario del 15% rispetto alle vecchie “tabelle”. Quest’anno quindi si andrà da un minimo di 138 euro per ogni scrutatore impegnato per la sola consultazione Ue (di norma per le europee è riconosciuto un importo ridotto di 96 euro) ai 283 euro e spicci riconosciuti ai presidenti di seggio che faranno l’en plein con 4 votazioni contemporanee e altrettante schede (europee, regionali, comunali e circoscrizionali). Il compenso è esentasse, quindi la cifra riportata è già al netto.

- Pubblicità -
  • Solo elezioni europee 2024 (una scheda):
    – compenso scrutatori e segretari di seggio 110,40 euro (di norma sarebbero 96 euro)
    – compenso presidente di seggio 138 euro (di norma sarebbero 120 euro)
    – Seggi speciali scrutatori 56,35 euro, presidenti di seggio 82,80 euro
  • Elezioni europee e comunali 2024 (2 schede):
    – compenso scrutatori e segretari di seggio 163 euro
    – compenso presidente di seggio 209,50 euro
    – seggi speciali scrutatori 70,15 euro, presidenti di seggio 103,50 euro
  • Elezioni europee, comunali e circoscrizionali 2024 (3 schede):
    – compenso scrutatori e segretari di seggio 188 euro
    – compenso presidente di seggio 246,50 euro
    – seggi speciali scrutatori 70,15 euro, presidenti di seggio 103,50 euro
  • Elezioni europee e regionali (Piemonte)
    – compenso scrutatori e segretari di seggio 163 euro
    – compenso presidente di seggio 209,50 euro
    – seggi speciali scrutatori 70,15 euro, presidenti di seggio 103,50 euro
  • Elezioni europee, regionali e comunali (3 schede)
    – compenso scrutatori e segretari di seggio 188 euro
    – compenso presidente di seggio 246,50 euro
    – seggi speciali scrutatori 70,15 euro, presidenti di seggio 103,50 euro
  • Elezioni europee, regionali, comunali e circoscrizionali (4 schede)
    – compenso scrutatori e segretari di seggio 213 euro
    – compenso presidenti di seggio 283,50 euro
    – seggi speciali scrutatori 70,15 euro, presidenti di seggio 103,50 euro

Le altre facilitazioni per gli scrutatori: rimborso esentasse e permesso elettorale

Quando si guardano le cifre del compenso degli scrutatori per le elezioni, bisogna tenere presente che questa “paga” è considerata a tutti gli effetti un rimborso spese che quindi l’onorario è esente da tasse e da contributi previdenziali. Non andrà riportata nella dichiarazione dei redditi e non sono previste trattenute. Insomma la cifra indicata è già “netta”.

Inoltre ci sono delle agevolazioni per chi è lavoratore dipendente. La normativa prevede che i giorni passati al seggio siano considerati assenza giustificata (ossia al dipendente viene pagata la normale retribuzione, come se ci si fosse presentati sul posto di lavoro). Per i giorni non lavorativi e quelli festivi che si passano al seggio si ha diritto al permesso elettorale, ossia una giornata di riposo di cui si può usufruire subito dopo la fine delle operazioni ai seggi. In alternativa si ha diritto a una giornata retribuita, spiegano i sindacati.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -