Agevolazioni fiscali per favorire la riqualificazione di aree cittadine attraverso l’imprenditoria giovanile: per il secondo anno anno Palazzo Vecchio delibera l’abbattimento dell’Imu – Imposta Municipale Unica – per chi utilizza o affitta fondi vuoti a start up under 40.

Sono otto le strade interessate dal provvedimento, selezionate in tutti i quartieri cittadini sono state individuate nel 2017, in collaborazione con i presidenti dei Quartieri e con l’ufficio statistica.

La mappa delle strade “tax free”

Andiamo con ordine fornendo l’indicazione delle zone in cui le giovani imprese potranno operare contribuendo alla riqualificazione della città: nel quartiere 1 via Palazzuolo (circa 500 m) e la prima parte di via Senese, dal piazzale di Porta Romana fino alle Due Strade per un totale di circa 1,5 km; nel quartiere 2 via Aretina, da piazza Alberti a via Rocca Tedalda per un totale di circa 2 km; nel quartiere 3 via Datini (circa 500 m) e la seconda parte di via Senese fino al Galluzzo (per un totale di circa 3 km); nel quartiere 4 via Bronzino (circa 450 m), via del Pollaiolo (1 km) e via Pisana, da via Granacci fino a piazza Pier Vettori per un totale di circa 3 km; nel quartiere 5 via Lippi e Macia (200 m).

Si tratta di circa 12 km di vie cittadine attualmente gravate da situazioni di degrado o di mancata valorizzazione che, grazie al provvedimento della giunta comunale, saranno oggetto di sgravi fiscali finalizzati alla promozione dell’attività imprenditoriale.

Le agevolazioni fiscali

Nel dettaglio, l’aliquota Imu agevolata è dello 0,50% per gli immobili appartenenti alle categorie catastali C e A10 direttamente e interamente utilizzati dal proprietario giovane imprenditore di età inferiore ai 40 anni o concessi in locazione per una nuova attività d’impresa, di lavoro autonomo o di start up.

strade riduzione Imu Firenze imprenditore under 40

La scadenza per le domande

Per gli immobili appartenenti alla categoria catastale D si applica lo 0,76%, aliquota portata al minimo consentito essendo stata completamente azzerata la componente comunale dell’Imu. Per poter fruire delle aliquote agevolate è necessario presentare apposita comunicazione entro il 30 giugno dell’anno successivo da parte del contribuente.

“Continuiamo con queste agevolazioni fiscali – ha spiegato l’assessore al bilancio Lorenzo Perra – perché siamo convinti che la creatività dei giovani possa concretamente aiutare a recuperare molte zone della nostra città e a trasformare Firenze in una città sempre più start upfriendly”.