venerdì, 7 Maggio 2021
HomeSezioniSportGiornata nera per le Under...

Giornata nera per le Under 16

Giornata nera per le Under 16 del Consiel Rugby Firenze 1931: sconfitte da Cavalesto e Bologna, danno comunque prova di volontà e carattere.

-

Nei due incontri di domenica la categoria Under 16 paga lo sforzo di avere due squadre nel periodo più difficile dell’anno per le fisiologiche assenze per malattia e infortuni. Nonostante l’impegno perde di misura a Firenze le gare contro Unione Cavalieri-Sesto e Unione R. Bologna. Si consola comunque con la soddisfazione di essere, oggi, l’unica società in Toscana in grado di schierare, nonostante le assenze pesanti, due Under 16 competitive e combattive. Un investimento per il futuro Consiel Firenze 1931 ed una ricchezza per il movimento rugbistico. Un fatto che tutti noi consideriamo una vittoria.

Prima gara ed è subito classico derby toscano con la compagine del Cavalesto. Gara molto attesa e sempre combattuta, ed anche oggi non è stata da meno. Confronto sportivo ma diverso l’approccio al campionato delle due squadre. Firenze che anche se in corsa per la testa della classifica del girone Toscana, distribuisce con equilibrio le proprie forze con l’altra sua formazione che gareggia del girone Romagna. Non è così per il Cavalesto, anch’esso con due squadre in competizione, ma che si presenta al gran completo avendo rinunciato a disputare l’altra sua gara.

La partita appare da subito molto vivace con continui attacchi dalle due parti. Passano in vantaggio i Cavalieri con un calcio di punizione che l’apertura piazza per lo 0 – 3. Il Consiel reagisce e costruisce gioco assicurandosi un consistente predominio territoriale. Su un’azione molto prolungata che porta i fiorentini più volte a pochi centimetri dalla meta con ripetuti pick and go della mischia è il mediano Nidiaci che battendo una punizione velocemente riesce a varcare la linea di meta per il 5 – 3.

Firenze ancora sugli scudi, riesce ad arginare il peso avversario nelle ruck e mettere in apprensione i Cavalieri con azioni delle linee arretrate. Una di queste, costruita sui centri, molto bella, viene finalizzata in meta dall’estremo Vieri Caneschi con una corsa che copre mezzo campo per il 12 – 3 con cui si va al riposo. Il secondo tempo parte in salita per il Consiel che con qualche dormita di troppo mette gli avversari in condizione di riprendere in mano il gioco e farsi mettere sotto pressione dal gioco al piede dell’apertura rossoblu. Arriva la meta per il Cavalesto su intercetto aereo nato da un calcio liberatorio dell’apertura fiorentina in una fase di vantaggio assegnato ma non conseguito dal Firenze. La meta viene trasformata, 12 – 8.

La stanchezza si comincia far sentire nelle file del Consiel ed il Cavalesto guadagna terreno . Firenze si difende abbastanza bene fino a che i Cavalieri passano ancora con una bella e veloce azione al largo per il 12 – 13. Il Firenze prova a reagire ma sia la stanchezza sia la voglia di rimontare lo portano ad essere troppo falloso e non riesce quindi a dare concretezza al gioco, anzi i Cavalieri allungano l passo trasformando un calcio di punizione per il 12 – 16. Il Consiel butta tutte le residue energie nel tentativo di riprendersi la gara ma non ce la fa e sull’ultima azione un pasticcio in mischia ordinata apre un autostrada all’apertura dei Cavalieri che segna in mezzo ai pali e trasforma per il 12 – 23 finale.

Consiel Rugby Firenze 1931 – Unione Cavalieri Sesto:  12 – 23 (12-3)

Consiel Firenze 1931: Bottacci, Angilella, Ojano, Staccioli, Santamaria, Ciardi, Prenleloup, Habtelgi, Nidiaci, Dragoni, Santoni, Magrini,  Ciullini, Ismaili, Caneschi Vieri,
A disp.: Burattin, Saccone
All.: Taiuti, M. Falleri, N. Falleri, Nava

Mete: Vieri Caneschi, Nidiaci.
Trasformazioni: Dragoni (1)

Secondo impegno non meno importante per il girone Romagna contro l’Unione Bologna. Il Consiel Firenze 1931 deve vincere questa gara per consolidare il primo posto nel girone Romagna dopo la sconfitta di domenica scorsa a Cesena.

I biancorossi fiorentini si trovano un Bologna cresciuto rispetto alla partita di andata che da subito filo da torcere ai fiorentini, mettendo molte energie nei punti di incontro e cercando di esprimere un gioco ordinato e continuo. Il Firenze risponde soprattutto con spunti individuali degli uomini del pacchetto di mischia che cercano ripetutamente gli sfondamenti ed impegnano molto la difesa dei gialli del Bologna. Si assiste a delle belle fasi di avanzamento che non vengono finalizzate per errori dei tre quarti. Piano piano il Firenze si attesta nell’area dei 22 del Bologna e prova ripetuti sfondamenti con i piloni ed i flanker a cui mancano solo inezie per entrare in meta. Ci pensa Corso Caneschi che sfrutta bene un cambio di gioco in uscita da una ruck per entrare in meta per il 5 – 0. Meta non trasformata. Il Consiel Firenze insiste sfruttando gli uomini di mischia che fanno gli straordinari anche a causa del terreno estremamente pesante del sussidiario del Padovani, ma il Bologna mantiene l’ordine difensivo necessario a fermare i biancorossi.

Il secondo tempo continua nel segno dell’equilibrio fino ad una delle poche azioni dei tre-quarti che portano all’inserimento lanciato dell’estremo Santi, che entra in meta per il 10 – 0, non trasformato. Sembra che la partita abbia preso una piega favorevole per il Firenze, che ingenuamente si rilassa, rallenta e porge il fianco con due errori difensivi ad un Bologna che segna due mete nel giro di pochi minuti, di cui una trasformata per il 10 – 12.

La gara si fa caotica, il Firenze stringe i denti e vuol reagire. Serantoni, fino a quel momento uno dei trascinatori della squadra insieme ai piloni del Firenze, è costretto a uscire per un problema muscolare. Diventa un confronto più sui nervi che sulle forze che cominciano a cedere. Non perde lucidità però Corso Caneschi, oggi apertura, che batte a sorpresa una punizione ed entra in meta tra i pali dopo uno slalom di 30 m. Purtroppo la trasformazione è fallita e si resta sul 15 – 12. Il Bologna non ci sta, mette in campo forze fresche e con continui calci mette in troppa apprensione la retroguardia fiorentina. Un errore è fatale e riporta in meta il Bologna per il definitivo 15 – 17. Peccato perché l’impegno non è mancato.

Consiel Rugby Firenze 1931 – Unione R. Bologna:  15 – 17 (5-0)

Consiel Firenze 1931: Sguerzo, Sacchi, Kapaj, Celli, Maggi, Serantoni, Zileri, Vitucci, Elegi, Corso Caneschi, Frisoni, Cervellati, Marinelli, Ferrara, Santi.
A disp.: Urrito, Serafini, Ciabini.
All.: Taiuti, M. Falleri, N. Falleri, Nava

Ultime notizie