martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Storie Al pronto soccorso c'è il...

Al pronto soccorso c’è il codice… gelato

Non più soltanto i ''classici'' codici bianco, azzurro, verde, giallo e rosso: ecco di che cosa si tratta

-

Al pronto soccorso arriva il codice… gelato. Succede all’ospedale “San Giuseppe” di Empoli, dove prende il via oggi, lunedì 4 agosto, un nuovo progetto: oltre ai normali codici di accesso (bianco, azzurro, verde, giallo e rosso) ci sarà anche un vero e proprio “Codice… gelato”, proprio come si chiama il progetto.

AL PRONTO SOCCORSO

Il gelato, insomma, diventa un alleato per contribuire al miglioramento del comfort dei pazienti al pronto soccorso, dove c’è la necessità di uno spuntino per combattere il caldo. D’altronde i nutrizionisti sono da tempo concordi nel ritenere che il gelato sia un alimento nutriente, altamente digeribile: ed è anche per questo motivo che la Asl 11 l’ha inserito in via sperimentale tra i generi di conforto offerti, compatibilmente con le condizioni cliniche, ai pazienti nel pronto soccorso del San Giuseppe.

L'INIZIATIVA

L’iniziativa è nata grazie alla collaborazione dell’azienda Sammontana, che si è impegnata a fornire gratuitamente i propri prodotti per il periodo di sperimentazione, nonché le attrezzature utili alla loro conservazione. L’obiettivo, come detto, è il miglioramento del comfort al pronto soccorso: “Per garantire la compatibilità dell’alimento con la condizione di salute dei pazienti, è stato predisposto un protocollo che di fatto rende possibile il consumo del gelato con gli stessi criteri con cui gli altri alimenti sono inseriti nel processo di cura”, viene spiegato.

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale