domenica, 11 Aprile 2021
HomeSezioniTendenzeLe carte da gioco del...

Le carte da gioco del Covid, l’idea di 4 amiche “positive”

Dall'idea di quattro amiche risultate positive al Covid, nascono le carte da gioco, "Le recluse"

-

Sono nate dal periodo di isolamento di quattro amiche risultate tutte positive al Covid le carte da gioco chiamate “Le recluse”. Le carte, una rivisitazione delle tradizionali napoletane, hanno la particolarità di essere “a tema” coronavirus.

Sì, perché le spade si trasformano in tamponi, i bastoni in termometri, le coppa in mascherine e i denari sono tramutati in germi virali. Nell’anno del coronavirus, l’idea delle quattro amiche calza a pennello. L’ideatrice e illustratrice del curioso progetto è Laura Marianera, dello studio grafico fiorentino Progetto Undici.

Il contagio da Covid e l’idea delle carte “recluse”

“A fine agosto, durante una cena con tre amiche d’infanzia, Elda, Federica e Claudia ho contratto il Covid-19 e insieme a me tutte loro – spiega Laura -. Appena rientrata a Firenze, una volta scoperta la mia positività, mi sono dovuta isolare per evitare di contagiare il mio compagno. Il mio isolamento è durato oltre 40 giorni. Ero bloccata in una stanza, nel solo perimetro della camera da letto, le giornate erano tutte uguali e il tempo non passava più. Decisi che dovevo distrarmi e risollevarmi, occupare la testa con altro e così ho iniziato a pensare a come trasformare queste mie emozioni”.

“Stavo vivendo questa situazione in contemporanea con le mie amiche e ho deciso di fargli un regalo – prosegue Laura – di sviluppare delle illustrazioni, ironizzando su quello che stavamo vivendo, enfatizzando i momenti e i simboli che stavano caratterizzando la nostra positività e il nostro modo di vivere questa nuova e spiacevole situazione. Volevo lasciare qualcosa di bello in un momento decisamente brutto attraverso ciò che mi riesce meglio, il disegno”.

Le carte da gioco del Covid e i nuovi simboli

Nascono così Le recluse, carte da gioco con quattro nuovi simboli: tampone, termometro, virus e mascherina. Briscola, tresette, scopa e rubamazzo, le carte da gioco “Le recluse”, possono essere usate per svariati giochi. Ma attenzione, è bene ricordare che in tempo di Covid è vietato giocare a carte in circoli e bar (che per di più sono attualmente chiusi al pubblico) quindi l’uso delle Recluse va limitato al più ristretto dei contesti casalinghi. Insomma, per un po’ di tempo sarà bene utilizzare le originali carte da gioco del coronavirus (che si possono ordinare online accedendo alla pagina Instagram di Progetto Undici), perfette come idea regalo di Natale, per delle tranquille quanto divertenti partire a “solitario”.

Ultime notizie