venerdì, 31 Maggio 2024
HomeSezioniTendenzeGuida pratica per trasferire le...

Guida pratica per trasferire le tue cose negli Stati Uniti

È arrivato il tuo momento di vivere il sogno americano? Il trasloco oltreoceano non sarà un gioco da ragazzi per via dei tanti obblighi doganali, burocratici e aspetti logistici. In questo articolo vogliamo guidarti verso un trasferimento senza imprevisti.

Documenti necessari per traslocare dall’Italia agli Stati Uniti

Trasferirsi negli Stati Uniti è il sogno di molti italiani attratti dalle opportunità di lavoro, di studio e di vita che offre il paese a stelle e strisce. Per trasferircisi è necessario avere tutti i documenti in regola. In primo luogo il visto, se si prevede di restarci per lavoro o per studio.

Inoltre, è necessario preparare alcuni documenti richiesti dalla dogana americana per dimostrare la proprietà e l’autenticità delle tue cose e per facilitare le operazioni doganali.

Per l’esportazione dall’Italia servono:

  • la dichiarazione di libera esportazione,
  • l’elenco dettagliato degli oggetti da trasportare con l’indicazione del valore e la fattura pro-forma.

Per i beni di pregio artistico o storico va richiesto il certificato di libera circolazione, che ha lo scopo di prevenire il commercio illegale di opere d’arte.

Per lo sdoganamento negli Stati Uniti bisogna preparare la dichiarazione doganale con la lista degli effetti personali e dei beni da importare. Serve inoltre la fattura finale di spedizione. Vanno allegati i documenti di acquisto per oggetti di valore ingente.

Se si trasportano piante o alimenti serve il certificato fitosanitario, mentre per animali domestici servono passaporto, certificato veterinario e vaccinazioni obbligatorie a prevenzione dell’entrata sul territorio di specie protette e agenti patogeni alieni. Per armi da fuoco o beni pericolosi vanno ottenuti permessi speciali.

Come può intuire non è semplice districarsi fra le maglie della burocrazia, per questo se devi traslocare negli Stati Uniti, affidati ad un’azienda specializzata, che si occupi anche di tutte le pratiche.

Modalità di spedizione per traslocare negli Stati Uniti

Che tu voglia trasferirti a New York, la città che non dorme mai, a Los Angeles, la capitale del cinema, a San Francisco, la città della tecnologia, o in altre meravigliose località americane, dovrai affrontare un’operazione di logistica intermodale.

Per traslocare negli USA ci sono più modalità di spedizione possibili, da scegliere tenendo conto della distanza dal punto di partenza, della quantità e del tipo di beni da trasportare, del budget a disposizione e delle tempistiche richieste.

Assai diffuso il trasporto via terra (con furgone o camion): molto spesso è il più conveniente per i traslochi continentali, ma anche il più lento. Il tempo medio per un trasloco via terra è di 3-5 giorni.

L’alternativa più economica per effettuare i traslochi continentali è il trasporto via mare (con container): ma è anche il più lento. Il tempo medio per un trasloco è di 4-8 settimane, con un costo che dipende dalla dimensione del container, che può essere di 20 o 40 piedi.

Ultimo non per la sua importanza, il trasporto via aerea (con corrieri aerei): è il più veloce per i traslochi intercontinentali, ma decisamente il più costoso. Il tempo medio per un trasloco via cielo è di 10-15 giorni.

Pianifica il Viaggio

Programma con cura le date del tuo arrivo negli Stati Uniti. Cerca di completare il trasloco prima di partire, per avere più tempo per sistemarti una volta a destinazione. Tieni conto dei possibili ritardi nella consegna dei beni per sdoganamento.

Con i giusti accorgimenti, il trasloco negli USA sarà un’avventura emozionante. Programmazione e supporto di professionisti rendono tutto più semplice. E con le tue cose al sicuro, potrai goderti la tua nuova vita americana.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -