L'ortolano di Santo Spirito è nato sotto un cavolo, sì, ma un cavolo 2.0. Alessandro Manetti è la dimostrazione vivente che non è solo una favola, a lui è successo praticamente così. Manetti, classe 1990, ha un banco di frutta e verdura in piazza Santo Spirito, dove ha cominciato a lavorare fin da giovanissimo.

Ma non è un fruttivendolo qualsiasi, il ragazzo è diventato, da un po’ di tempo a questa parte, una star di Facebook, con la sua popolarissima pagina, da cui dispensa consigli (in fiorentino Doc) a massaie e non solo, complice un modo di fare divertente e spigliato, una faccia carina, simpatica e scanzonata e un delizioso cane di nome Leo.

L'eredità “verde” dell'ortolano di Santo Spirito

Ma facciamo un passo indietro. Alessandro – dicevamo – è un cittadino “onorario” del rione di Santo Spirito, quartiere fiorentino in cui la sua famiglia vive da generazioni. “Siamo nati in Borgo Tegolaio – spiega – Io mi sono spostato verso via Romana da quando mi sono sposato, ma ho sempre vissuto in questo quartiere”. E da generazioni – quattro per l’esattezza – ha un banco in piazza dove vende frutta e verdura.

Sveglio e volenteroso, Alessandro cinque anni fa ha deciso che, dopo aver finito gli studi e fatto il cuoco per alcuni anni, era giunto il momento, d’accordo col padre, di ereditare il  banco che prima ancora era stato del suo bisnonno e di suo nonno, per portare avanti la tradizione di famiglia, che fornisce ortaggi & Co. alla gente del quartiere fin dal 1947.

Non una scelta da poco per un ragazzo così giovane, che si è rimboccato le maniche e ha cominciato a svegliarsi all’alba per andare al mercato a selezionare la merce, prima di passare tutti i giorni (dal lunedì al sabato), dalle 7 alle 14.30 in piazza. Con il sole, la pioggia e il vento.

Ortolano di Santo Spirito Firenze - Alessandro Manetti

E i consigli su Facebook

“Non mi pesa – racconta -. È un lavoro che mi aggrada e poi sono curioso, cerco di tenermi al passo coi tempi e imparare sempre cose nuove riguardo al mio lavoro”. E sono proprio queste informazioni, che in maniera semplice e con grande forza divulgativa, spiega nei suoi video online, che collezionano migliaia di visualizzazioni sulla pagina Facebook, che guarda caso, si chiama proprio “L'ortolano di Santo Spirito” .

Dai consigli per fare il brodo vegetale senza sprechi alle proprietà del limone non trattato, dalla differenza tra serra forzata e serra coperta a quella tra mandarino o clementino senza dimenticare qualche ricetta con prodotti di stagione. Da non perdere.