venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Arte & Cultura Cent'anni di Futurismo

Cent’anni di Futurismo

Convegni, spettacoli teatrali, cene e un dvd. Tante iniziative, per celebrare il centenario del Futurismo a Firenze, che si terrà tra Fiesole e Firenze, con lo scopo di mettere in luce la poliedricità di un'avanguardia che è stata capace di coinvolgere ogni aspetto dell'arte.

-

Hanno partecipato stamani alla presentazione degli eventi l’assessore alla cultura Eugenio Giani, il sindaco di Fiesole Fabio Incatasciato e l’assessore alla cultura di Fiesole Paolo Becattini, Gloria Vanghetti presidente della Fondazione Primo Conti ed Edoardo Silos Labini dell’associazione Zeta TL di Roma.

Cento anni fa, nel 1909, veniva pubblicato a Parigi su “Le Figaro” il manifesto del Futurismo e in Italia i due centri più importanti legati a questo movimento di avanguardia letteraria, furono Milano e Firenze. Tanti i nomi, e tra i più conosciuti ricordiamo Giovanni Papini, Aldo Palazzeschi, Giuseppe Prezzolini, Ardengo Soffici, Primo Conti, e poi Carlo Carrà, Umberto Boccioni e Filippo Tommaso Marinetti.

“Il nostro impegno per questo movimento che attirò nella nostra città tanti artisti internazionali, è iniziato già il 20 dicembre scorso – ha ricordato l’assessore alla cultura Eugenio Giani – quando abbiamo posto una lapide in via dei della Robbia per ricordare la nascita della rivista “La Voce”. Inoltre, proprio nei giorni scorsi, ho incontrato l’ambasciatore ucraino Heorhii Cohernyavskyi e abbiamo lanciato la proposta di poter realizzare una mostra sui futuristi ucraini da realizzare a Firenze. Stamani invece siamo qui per presentare questa corrente artstica, che sarà visibile al pubblico nelle sue molteplici forme d’arte, grazie ad una interessante collaborazione tra vari enti ed istituzioni”.

IL CALENDARIO. La prima iniziativa è a cura del Comune di Fiesole, per l’8 marzo, in occasione della festa delle donne, che omaggerà le donne con una stampa del 1914 di Primo Conti. Nei giorni 14, 15 e 16 marzo alla Stazione Leopolda, nell’ambito di Taste Salone del gusto, promosso da Pitti Immagine, viene presentata la ristampa anastatica del libro di Fillìa e Marinetti, La cucina futurista.

Il 24 marzo a Palazzo Strozzi un’interessante serata futurista con lo spettacolo teatrale “Donne,Velocità-Pericolo” di Sala, Porcaro, Sylos Labini, promossa dal Comune di Firenze.

Dal 18 aprile al 31 maggio, alla Basilica di Sant’Alessandro a Fiesole una mostra dal titolo ” Primo Conti. Capolavori del Futurismo e dintorni”, promossa dal Comune di Fiesole e dalla Fondazione Primo Conti, col contributo della Provincia di Firenze e del Comune di Firenze.

Dal 14 maggio al 15 giugno al Gabinetto G.P. Vieusseux – Archivio contemporaneo “A. Bonsanti” la mostra “Bruciamo le biblioteche… Il libro futurista nelle collezioni pubbliche fiorentine”, promossa dal Gabinetto G.P. Vieusseux e dalla Fondazione Primo Conti, col contributo del Ministero per i Beni Culturali e della Provincia di Firenze.

Nei giorni del 15 e 16 maggio a Palazzo Medici Riccardi un importante convegno di studi ” Firenze futurista 1909-1920,”, promosso dalla Provincia di Firenze, dall’Università di Firenze – Centro Studi A. Palazzeschi, dal Gabinetto G.P. Vieusseux, dalla Fondazione Primo Conti, dalla Fondazione G. Spadolini, dall’Associazione Firenze-Arte.

Il 28 maggio in Palazzo Vecchio verrà presentato il dvd “Il Futurismo a Firenze”, realizzato dalla Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli.

Il programma dedicato al movimento d’avanguardia letteraria si concluderà il 23 luglio a Fiesole, alla Fondazione Primo Conti con una cena futurista nello studio del Maestro Primo Conti, promossa dalla Fondazione Conti.

“Un nutrito programma – per celebrare cento anni dalla nascita del Futurismo, – ha concluso l’assessore Giani – e colgo qui l’occasione di rivolgere un pensiero ad una persona scomparsa un mese fa, a Marcello Vannucci, che mi ha fatto conoscere questo importante movimento con il libro “Firenze futurista”.

Ultime notizie

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Osservate speciali Pistoia e Siena. Il colore della Toscana prossima settimana sembra probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo si riaffaccia il rischio di passare da zona arancione a rossa

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi