domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniArte & CulturaCheck up completo per il...

Check up completo per il Campanile, con la ”super” gru / FOTO

Niente più ''alpinismo estremo'', per i restauratori del Campanile di Giotto: per raggiungere la sommità del monumento e controllarne lo stato di salute, è stata noleggiata un'autogru di 104 metri, la più alta mai utilizzata in Italia. GUARDA LE FOTO

-

Pubblicità

Niente più “alpinismo estremo”, per i restauratori del Campanile di Giotto.

UNA “SUPER” AUTOGRU. Per raggiungere la sommità del monumento (di oltre 84 metri) e controllarne lo stato di salute, i tecnici dell’Opera di Santa Maria del Fiore hanno noleggiato per tre giorni, a partire da oggi, una “super” autogru di 104 metri, la più alta mai utilizzata in Italia.

Pubblicità

I VECCHI CONTROLLI. Finora le superfici lapidee del Campanile venivano controllate attraverso un mezzo che riusciva a raggiungere soltanto i 75 metri d’altezza: per controllare la salute delle mensole della terrazza terminale, i restauratori dovevano farsi calare dall’alto, trasformandosi così in provetti alpinisti. Il sistema, tuttavia, non consentiva ai tecnici di avvicinarsi sufficientemente per poter ispezionare anche il rivestimento marmoreo posto sotto gli aggetti.

CHECK UP COMPLETO. Invece, con la nuova piattaforma, realizzata da una casa costruttrice finlandese, l’Opera di Santa Maria del Fiore può finalmente estendere a tutta la superficie del Campanile i tradizionali e periodici controlli necessari per individuare gli eventuali piccoli degradi dovuti alle intemperie e porvi subito rimedio.

Pubblicità

 

{phocagallery view=category|categoryid=202|limitstart=0|limitcount=0}

Pubblicità

Ultime notizie