lunedì, 25 Gennaio 2021
Home Sezioni Arte & Cultura Da Wave le opere di...

Da Wave le opere di Rita Pedullà

-

Venerdì 4 aprile alle 18,30, Wave, negozio di parrucchiere e centro estetico in via S. Spirito 27 a Firenze, inaugura la mostra di Rita Pedullà dal titolo “Retrospettiva” in programma fino al 3 maggio.
Si tratta di una selezione di lavori dell’artista, realizzati in momenti diversi del suo percorso e che pertanto contengono tutte le fasi del suo universo creativo. La pittura di Rita è un microcosmo che racchiude molteplici aspetti dell’esistenza umana: c’è l’idea dello “stare”, con un mondo fatto di cose semplici, quotidiane, autentiche, c’è l’idea dell’ “essere”, con immagini che indagano il labile confine tra l’uomo e l’animale, c’è l’idea “dell’andare”, con le suggestioni e le impressioni dei viaggi. Il tutto pervaso da una pittura veloce, semplice, ma di grande impatto e forza emotiva in cui il colore, vivo e intenso, è protagonista indiscusso che travolge la razionale definizione degli spazi.
Wave prosegue così con i suoi consueti “Ri-TAGLI d’arte” che dal mese di gennaio si sono susseguiti in questo insolito spazio espositivo, promuovendo una formula di successo che coniuga benessere e arte.

Notizia precedenteTorna il Salone Immobiliare
Notizia successivaIn viaggio con Pedro Cano

Ultime notizie

Risorge la Fiorentina, battuto il Crotone

I viola chiudono il girone di andata con 21 punti, come la scorsa stagione

Toscana, zona gialla fino a quando. Fascia bianca ancora lontana

Fino a quando i dati sui contagi saranno sotto controllo, la Toscana resterà in zona gialla e non passerà in arancione: le regole. Intanto la regione "sogna" la zona bianca

Che colore siamo oggi: zona e colori per le regioni d’Italia (22 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore

Che zona è sabato e domenica: gialla, arancione o rossa

La mappa colorata d'Italia per il fine settimana: che zona è nelle diverse regioni sabato 23 e domenica 24 gennaio e cosa si può fare