sabato, 25 Settembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaE il cronista di nera...

E il cronista di nera Spezi si trasformò in vignettista

Dalla cronaca nera alle caricature. In mostra a Fiesole, nei nuovi locali del Comune in piazza Mino, le vignette di Mario Spezi, giornalista e scrittore noto per le inchieste e i libri sul Mostro di Firenze. L'inaugurazione è in programma per martedì prossimo, 29 dicembre, alle 16.30.

-

Un’esposizione decisamente anomala, “Il Codice di Spezi”, una retrospettiva delle caricature, delle vignette, dei ritratti umoristici realizzati in trent’anni di attività da Mario Spezi. La mostra rimarrà aperta (ingresso libero) fino al 10 gennaio con il seguente orario: tutti i giorni dalle 15 alle 18 (chiuso il 31 dicembre).

Per tre decenni, Spezi è passato, spesso nello stesso giorno, dalla penna del cronista dei fatti più impressionanti e crudeli, alla matita del disegnatore satirico e del ritrattista ironico, inserendo i suoi disegni quasi quotidianamente su La Nazione e su altre pubblicazioni.

Dall’articolo di giornale è passato alla scrittura di romanzi e di libri di true crime, dalla caricatura si è spinto fino al ritratto dipinto, senza lasciare l’ironia che costituisce il suo “Codice”.

“Il Codice di Spezi” rappresenta un momento importante per Spezi stesso: l’occasione di presentare in una carrellata lunga tre decenni disegni che ritraggono personaggi della politica, dello sport, della cultura e dello spettacolo, raccontando in questo modo un pezzo della storia italiana da un punto di vista particolare.

Ultime notizie