Si tratta di pezzi unici in cui i video mostrano immagini di luci e colori caleidoscopici che esaltano la più tradizionale cornice d’oro con una cascata di pietre preziose, foglie e fiori, cesellati e incisi a bulino.

Il videojewel, brevettato a livello internazionale, è una novità assoluta che è già divenuta oggetto di culto, anche nel mondo artistico, all’interno del quale rappresenta una grande innovazione.

“Un opera di alta qualità che ancora una volta farà conoscere e distinguere Firenze nel mondo. E questo lo dobbiamo ai nostri maestri orafi come Paolo Penko che sanno utilizzare le antiche tecniche con cui venivano fatti i gioielli a Firenze coniugandole con l’arte contemporanea” è stato i commento di Eugenio Giani, assessore alla cultura, alla presentazione del gioiello hi-tech che è avvenuta stamani.