mercoledì, 8 Dicembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaFino al 24 ottobre Dante...

Fino al 24 ottobre Dante protagonista a Bagno a Ripoli

Una mostra dedicata al Sommo Poeta: dal rapporto Dante-pubblicità a quello con i fumetti, dalla sezione “Riletture” a quella del cinema

-

C’è tempo fino a domenica 24 ottobre per fare visita a Dante Pop. Un percorso attraverso l’immaginario dantesco, mostra organizzata dal Comune di Bagno a Ripoli in occasione del 700º anniversario dalla morte di Dante Alighieri. Tanti gli eventi che si sono svolti: dall’incontro col maestro Pupi Avati che a Dante ha dedicato il suo ultimo film ai due workshop tematici di street art e rap che hanno coinvolto un gruppo di under 25. La prima parte della rassegna si chiuderà con il termine della mostra all’oratorio di Santa Caterina ma proseguirà nel corso del mese di novembre, con un laboratorio di videogames tenuto da CoderDojo.

Le sezioni della mostra Dante Pop

L’iniziativa di Dante Pop riguarda le varie forme di espressione artistica in cui il Sommo Poeta è declinato: dalla pubblicità al cinema, dai fumetti ai videogiochi. La mostra, a cura di Silvia Diacciati dell’ufficio cultura del Comune di Bagno a Ripoli con Gabriele Danesi dell’ufficio innovazione è organizzata dal Comune in collaborazione con Fondazione Franco Fossati e Wow Spazio Fumetto, Archivio Storico Olivetti, CuCo Cultura Commestibile con il contributo di Fondazione CR Firenze, Regione Toscana, Publiacqua e Toscana Energia ed è articolata in quattro sezioni: “Dante testimonial”, “Dante a Fumetti”, “Riletture” e “Dal cinema alla console”.

La prima sezione è un excursus nella storia della pubblicità e della figura del poeta quale testimonial di successo, dai primi anni del Novecento agli spot degli anni Duemila. Il mondo del fumetto non poteva non partire dal 1949, anno della prima parodia disneyana della Commedia con “L’Inferno di Topolino”. Come il grande cartellonista del cinema Nano Campeggi, del quale l’esposizione ospita tre ritratti pressoché inediti o le street artist Lediesis, che hanno realizzato un’opera esclusiva per la mostra.

Spazio infine al cinema: Dallo straordinario esempio di cinema muto di inizio secolo, L’Inferno di Giuseppe De Liguoro del 1911, al comico Totò all’inferno di Camillo Mastrocinque (1955), passando dall’unica e mai terminata serie tv dedicata alla Commedia, la britannica A TV Dante di Peter Greenaway (1989), si giunge alle più recenti animazioni Dante’s Inferno (2007) dell’americano Sean Meredith e Dante’s Inferno animated di Boris Acosta (2010).

Gli orari della mostra

Gli orari di apertura sono giovedì e sabato dalle 15 alle 18, venerdì e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Tutti gli eventi sono gratuiti, per accedere è necessario esibire all’ingresso il Green Pass insieme a un documento d’identità.

Ultime notizie