Forte Belvedere mostra 2019 orari biglietti
Le mostre 2019 al Forte Belvedere di Firenze

Una fortezza  contemporanea. Con una doppia mostra il Forte Belvedere di Firenze conferma anche per l’estate 2019 la sua vocazione di luogo espositivo dedicato all’arte di oggi: dentro la palazzina “A perfect day” che raccoglie  gli scatti del maestro della fotografia Massimo Listri, fuori “My land”, gli animali maestosi dello scultore Davide Rivalta.

Al Forte Belvedere la mostra si fa in due

Dal 2013 a oggi oltre 700mila visitatori sono passati da questa “terrazza” panoramica per vedere le mostre di Zhang Huan, Giuseppe Penone, Antony Gormley, Jan Fabre, YTALIA ed Eliseo Mattiacci. Il Forte Belvedere riapre ora i battenti dal 29 giugno fino al 20 ottobre 2019 con un progetto espositivo curato da Sergio Risaliti che mette in relazione questo luogo con il Museo Novecento, uniti non solo dall’interesse per il contemporaneo ma anche dal biglietto: i tagliandi di ingresso di ciascun luogo d’arte sono validi anche nell’altro.

“Con la doppia personale di Massimo Listri e di Davide Rivalta – dice Risaliti – viene aggiornata la tradizione del Forte di Belvedere, che dalla mai dimenticata personale di Henry Moore del 1972 è stato l’ambito traguardo di grandi maestri all’apice della loro carriera, un vero e proprio “altare” di consacrazione e storicizzazione”.

“A perfect day”, le foto di Massimo Listri

Al primo piano della palazzina del Forte Belvedere prendono posto 25 immagini di grande impatto e formato, scattare da Massimo Listri, maestro della fotografia architettonica e d’ambiente. “A perfect day” è una galleria di vedute fiorentine, tutte realizzate indoor.

Per questa mostra Listri ha immortalato il convento di San Marco, gli Uffizi, Palazzo Vecchio e San Lorenzo,  con una visione panottica della Sagrestia Nuova di Michelangelo.  Accanto agli interni del Rinascimento, le foto di spazi industriali e storici.

“My land”, le sculture di Davide Rivalta

Dentro e all’esterno dell’edificio, nella grande terrazza che guarda Firenze e sui bastioni, il Forte Belvedere ospita la seconda mostra, “My land” 12 sculture in bronzo di Davide Rivalta, grandi animali colti nella loro essenza tra bufale, aquile, rinoceronti e lupi.

Al livello seminterrato quest’anno si aggiungono al percorso espositivo nuove sale, che vengono trasformate dall’artista in una grotta di Lascaux grazie alla tecnica del wall drawing con disegni site specific. Le “bestie” di Rivalta invaderanno anche altri luoghi di Firenze, con un rinoceronte nello spazio esterno della cavea del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e con un orso sotto il loggiato del Museo Novecento.

“Il Forte Belvedere aperto tutto l’anno”

Mentre questo gioiello spalanca i battenti in occasione della classica mostra estiva, il Comune sta lavorando per tenere aperto il Forte Belvedere tutto l’anno. “Solo da pochi mesi – spiega Tommaso Sacchi, neo-assessore comunale alla cultura – il Forte di Belvedere è tornato definitivamente nella piena proprietà della città grazie alla firma di un accordo di valorizzazione con il Demanio e la Sovrintendenza e adesso il Comune intende investirvi ulteriormente per farlo diventare un polo di arte e cultura, un contenitore multidisciplinare della contemporaneità e un centro di produzione, di ricerca e di sperimentazione”.

Forte Belvedere, gli orari 2019 e i biglietti

Il Forte è aperto per  “A perfect day” e “My land” dal 29 giugno al 20 ottobre ogni giorno, ad esclusione del lunedì, con orario 11.00-20.00. Il biglietto costa 3 euro, ridotto 1,50 euro per i residenti nella Città metropolitana di Firenze e dà diritto anche all’ingresso al Museo Novecento (mentre chi ha il biglietto del Museo Novecento entra gratis al Forte).

In programma anche visite guidate alla doppia mostra 2019 e agli ambienti del Forte Belvedere (per la prima volta anche nella stanza del tesoro) il sabato pomeriggio e domenica mattina.