venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Arte & Cultura Inverno fiorentino online: 350mila euro...

Inverno fiorentino online: 350mila euro di aiuti alla cultura

Un cartellone di eventi online che si terrà su varie piattaforme digitali e un fondo per aiutare i cinema e i teatri chiusi causa Covid

-

Inverno fiorentino, così si chiama l’iniziativa del Comune di Firenze che stanzia 350 mila euro in aiuti alla cultura. I fondi saranno destinati a una serie di iniziative online che andranno a comporre il cartellone della rassegna “Inverno Fiorentino” e agli aiuti al settore del teatro e delle sale di spettacolo chiuse causa Covid. La proposta arriva dall’assessore alla cultura Tommaso Sacchi ed è appena stato approvata dalla giunta di Palazzo Vecchio.

“Con teatri, cinema, musei e altri luoghi di cultura e spettacolo chiusi – ha detto Sacchi – il Comune non intende però arretrare sul fronte degli aiuti a e sposta il baricentro della produzione sul digitale: associazioni, enti e realtà culturali fiorentine potranno così organizzare eventi e iniziative fruibili online, in piena sicurezza, e con un aiuto economico che intende essere una forma di sollievo per un settore duramente colpito dalle conseguenze economiche della pandemia. Siamo la prima città in Italia a compiere un’operazione di questo genere”.

Inverno Fiorentino, cos’è e quando si terrà

L’inverno Fiorentino è un cartellone di eventi online che si terrà tra l’autunno e l’inverno 2020 su varie piattaforme digitali. Sarà l’associazione Muse a pubblicare l’avviso di selezione per l’individuazione dei soggetti beneficiari: enti no profit che organizzeranno eventi tramite piattaforme digitali, fruibili dagli spettatori online o in streaming durante il periodo autunnale e invernale.

Aiuti alla cultura, chi può partecipare all’Inverno Fiorentino?

Il cartellone dell’Inverno Fiorentino, prevede uno stanziamento fino a 150 mila euro a cui potranno partecipare i soggetti no profit che hanno maturato esperienze nel territorio fiorentino e che propongono eventi di natura culturale trasmessi in streaming oppure online. Per ogni evento digitale proposto potrà essere riconosciuto un contributo economico massimo di 1.500 euro, fino ad un contributo massimo di  5.000 euro in caso di realizzazione di più eventi.

Teatri e sale chiuse, gli aiuti del Comune di Firenze

Ma non è tutto, la delibera prevede anche il sostegno economico ai soggetti senza scopo di lucro che gestiscono sale teatrali e sale di spettacolo fiorentine attualmente chiuse al pubblico a causa delle misure di contenimento della pandemia. Per questi ultimi sono previsti aiuti fino a un massimo di 200 mila euro e potranno partecipare “i soggetti senza scopo di lucro che gestiscono sale teatrali e di spettacolo fiorentine attualmente chiuse al pubblico che necessitano con urgenza di un sostegno economico per far fronte alle spese generali e di personale per il loro funzionamento ai quali potrà essere riconosciuto un contributo economico di 15.000 euro sulla base delle spese di funzionamento e gestione inerenti all’anno 2020 appositamente documentate”.

Ultime notizie

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando

Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando restano chiuse

Oggi la decisione sulla riapertura delle palestre: almeno un altro mese di chiusura, nel nuovo Dpcm si decide quando riapriranno

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Si allontana la zona gialla. Il colore della Toscana la prossima settimana è probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo c'è il rischio di passare da zona arancione a rossa. E intanto scatta il lockdown a Pistoia e Siena