E’un viaggio pieno di cuoriosità nella Maremma piu’ antica e suggestiva intitolato ‘Alla scoperta della terra del Tufo: Sorano, Sovana e dintorni’ (Mosaico Edizioni Firenze, 80 pagine, 10 euro). Si tratta del cuore della vecchia Maremma (le terme, la natura, la storia, la cultura, le tombe etrusche, le tradizioni) e l’autore aiuta a capire e a amare queste localita’, meno note ma non per questo meno belle e meno interessanti, ripercorrendo il lungo cammino
storico, caratterizzato da momenti di fulgore e da altri di decadenza ma sempre affrontati con intensita’ e passione. Per le sue caratteristiche il libro sara’ diffuso in tutte le scuole della zona.
In 160 chilometri quadrati, sottolinea Vatti, c’e’ una straordinaria concentrazione, per qualita’ e quantita’, di beni artistici e storici, inseriti in un ambiente di rara e incontaminata bellezza. Varie epoche – diversissime fra loro – etrusca, romana, medievale, si sono impastate con il tufo creando un’amalgama eccezionale e lasciando tracce profonde e indelebili della loro presenza in una stratificazione quanto mai suggestiva.
Alla presentazione del volume sono intervenuti il Sindaco di Sorano, il giornalista Pierandrea Vanni e Maria Luisa Stringa Presidente dell’Unesco, ente da sempre molto interessato al territorio di Sorano e Sovana. Importante sottolineare l’impegno di Enel nell’illuminare parti del territorio, per esempio la Tomba Ildebranda.