Mare? Montagna? No, museo. Durante tutto il mese di agosto, i musei dell’ex Polo Fiorentino offrono varie opportunità di visita che vanno ad aggiungersi alla normale apertura quotidiana di ogni museo.

Prolungamenti d’orario e aperture straordinarie

Fino al 29 settembre, ogni martedì la Galleria degli Uffizi e la Galleria dell’Accademia restano aperte, con orario continuato, fino alle 22, con ingresso a pagamento. Prenotazioni al numero 055.294883. Anche il sabato, fino al 19 dicembre, gli Uffizi e la Galleria dell’Accademia sono visitabili (sempre a pagamento e con possibilità di prenotazione) fino alle 23, mentre l’apertura straordinaria del Museo Nazionale del Bargello (dalle 19 alle 23) è prevista durante tutti sabati da agosto.

Dal 19 agosto al 4 settembre nel Museo di Palazzo Davanzati sarà possibile visitare durante l’orario ordinario di apertura solo il piano terra – la loggia d’ingresso, il cortile e la mostra “Il sole in casa. La vita quotidiana nella ceramica popolare italiana dal XVI al XXI secolo” – e il primo piano. Resteranno chiusi al pubblico il secondo e il terzo piano. Tuttavia fino al 9 ottobre, ogni venerdì il museo prolungherà l’orario di apertura fino alle 18.50, e nel pomeriggio dello stesso giorno sarà possibile accedere anche al secondo e al terzo piano con visita accompagnata alle 15:30, 16:30 e 17:30 previa prenotazione gratuita, contattando direttamente il museo o per telefono allo 055.2388610 oppure per e-mail all’indirizzo museo.davanzati@polomuseale.firenze.it.

Inoltre, il 23 e il 30 agosto, dalle 8 alle 14 con ingresso libero, sarà aperto il Giardino della Villa medicea di Castello.

Le mostre in corso

Sono numerose le mostre in corso nei principali musei dell’ex Polo, che proseguono anche durante il mese di agosto. Ben quattro appartengono al programma di esposizioni temporanee “Un anno ad arte” (con ingresso a pagamento e prenotazione facoltativa al numero 055.294883 di Firenze Musei): fino all’11 ottobre la Galleria dell’Accademia ospita “L’arte di Francesco. Capolavori d’arte italiana e terre d’Asia dal XIII al XV secolo”, sempre fino all’11 ottobre le sale del Museo degli Argenti di Palazzo Pitti offrono l’opportunità di assistere alla mostra “Lapislazzuli. Magia del blu”. Quindi al Piano Nobile della Galleria degli Uffizi fino al 27 settembre si può ammirare la mostra “Piero di Cosimo (1462-1522). Pittore “fiorentino” eccentrico fra Rinascimento e Maniera”, e infine prosegue fino al 15 novembre nelle sale della Galleria Palatina di Palazzo Pitti la mostra “Carlo Dolci 1616-1687”.

A queste esposizioni se ne aggiungono altre sempre con ingresso a pagamento e prenotazione al numero 055.294883: fino al 3 novembre prosegue al Museo delle Cappelle Medicee la mostra “Nel segno dei Medici. Tesori sacri della devozione granducale”, mentre nel Giardino di Boboli fino al 30 agosto è possile ammirare le opere di Lynn Chadwick. Oltre alla già segnalata mostra in corso nel Museo di Palazzo Davanzati, nel Museo Nazionale del Bargello prosegue fino all’11 ottobre la mostra “L’ascesa di Orfeo. Fra e Oltre Rappresentazione e Astrazione”. E ancora, nella Sala Edoardo Detti del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, al Piano Nobile, fino al 21 settembre è visibile la mostra “Simone Cantarini. Opere su carta agli Uffizi”, il cui ingresso è compreso nel biglietto degli Uffizi.

Con ingresso gratuito, infine, “Nelle antiche cucine”, la mostra dedicata ai soggetti artistici e agli oggetti d'uso che abbiano un legame con la cucina e il suo ambiente dal XV al XVII secolo che fino al 25 ottobre si tiene negli spazi della Villa medicea di Poggio a Caiano, che ospita anche il Museo della natura morta.

Novità

Tra le novità nei vari musei ex Polo, nel cortile interno della Galleria dell’Accademia è visibile Hero, personalissima interpretazione del David di Michelangelo per opera dell’architetto e designer Antonio Pio Saracino, pugliese d’origine, ma che da oltre un decennio vive e lavora a New York.

Nella Galleria degli Uffizi, le opere di Botticelli (e il grande Trittico Portinari di Hugo van der Goes) fino alla prossima primavera sono visibili nella Sala 41, cui si accede dal Terzo Corridoio, mentre nella Sala 65, al Piano nobile dell’edificio Vasariano, fino a dicembre si potrà ammirare il Ritratto allegorico di Dante Alighieri, opera di Bronzino.