Palazzo Strozzi Firenze prossime mostre eventi Natalia Goncharova
L'autoritratto di Natalia Goncharova

C’è attesa a Firenze per le nuove mostre di Palazzo Strozzi, che ha già presentato il calendario dei prossimi eventi a cavallo tra il 2019 e il 2020: prima un salto fino al Novecento, con le opere di Natalia Goncharova, e poi un ritorno all’arte contemporanea con due pesi massimi come Tomás Saraceno e Jeff Koons.

La sede espositiva più prestigiosa della città, conclusa la pausa estiva, riapre i battenti a fine settembre.

Palazzo Strozzi, nuova mostra su Natalia Goncharova

Dopo l’esposizione dedicata al maestro di Leonardo  da Vinci, il Verrocchio, che ha richiamato oltre 140mila visitatori in 4 mesi di apertura, la prossima mostra di Palazzo Strozzi è dedicata a Natalia Goncharova, figura chiave delle avanguardie del Secolo breve.

Divisa tra la Russia e la Francia, tra Mosca e Parigi, Natalia Goncharova è stata una donna anticonformista, che ha fuso tradizione e innovazione, Oriente e Occidente, sperimentando stili e generi artistici diversi, dal Neoprimitivismo al Raggismo, dalla pittura ai suoi lavori per il teatro.

Dal 28 settembre 2019 al 12 gennaio 2020, grazie a prestiti di importanti musei e istituti internazionali, a Firenze arrivano 130 opere dell’artista e di personaggi che sono stati per lei un punto di riferimento, come Paul Gauguin, Henri Matisse, Pablo Picasso e Umberto Boccioni.

La mostra Natalia Goncharova – Una donna e le avanguardie, tra Gauguin, Matisse e Picasso, realizzata grazie a un’importante collaborazione con la Tate Modern di Londra, sarà aperta a Palazzo Strozzi tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00, il giovedì anche in orario serale fino alle 23.00.

Le prossime mostre di Palazzo Strozzi: 2020 contemporaneo

Questo viaggio nell’arte continuerà fino ad arrivare ai giorni nostri. Dopo aver portato in città nomi di peso come Ai Weiwei, Bill Viola, Carsten Höller e Marina Abramovic, il 2020 di Palazzo Strozzi sarà tutto dedicato al contemporaneo con due mostre-evento.

Tomas Saraceno Firenze mostra Palazzo Strozzi
Un’installazione di Tomàs Saraceno – foto: pagina Facebook Studio Tomás Saraceno

Si parte in inverno con la monografica di Tomàs Saraceno, architetto, artista e performer argentino che a Firenze presenterà il suo più grande progetto italiano: da una parte ci saranno le sue opere famose, tra installazioni e sculture sospese, dall’altra Palazzo Strozzi ospiterà una nuova grande produzione pensata proprio per i suoi spazi. Ad arricchire l’esposizione un programma di attività aperte al pubblico.

La mostra prenderà il via il 22 febbraio 2020 per proseguire fino all’estate, chiudendo i battenti il 19 luglio 2020.

Jeff Koons torna a Firenze

Guardando ancora più avanti, il calendario delle mostre di Palazzo Strozzi nel 2020 vede il ritorno a Firenze di Jeff Koons, il “principe” della pop art contemporanea che nel 2015 aveva portato le sue sculture in Palazzo Vecchio per un confronto-incontro con i capolavori Rinascimentali.

Jeff Koons Firenze Palazzo Strozzi calendario mostre 2019 2020

Stavolta l’artista americano creerà un progetto espositivo pensato ad hoc per Palazzo Strozzi, che diventerà quindi un luogo di sperimentazione. L’evento andrà dal settembre 2020 fino al gennaio dell’anno dopo.