mercoledì, 8 Dicembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaParlare con fido? Serve il...

Parlare con fido? Serve il dizionario italiano-cane, cane-italiano

Fresco di stampa il libro curato da una psicologa e un'esperta cinofila che spiega la lingua del proprio amico a quattro zampe

-

Parlare con il proprio cane? Si può, perché non è vero che a lui “manca la parola”. Il cane comunica continuamente, sia con gli altri cani che con l’uomo, soprattutto attraverso la mimica corporea e facciale: gesti e posture che possiamo imparare non solo a conoscere, ma anche a trasformare in un vero e proprio linguaggio “interattivo”, utilizzando a nostra volta i segnali più corretti e più facili da riconoscere per il nostro amico a quattro zampe. Si tratta di un processo circolare nel quale ogni messaggio influisce sull’altro e va a costruire la relazione tra l’uomo e il suo migliore amico.

 

IL LIBRO. Vittoria Peyrani e Valeria Rossi, rispettivamente psicologa e esperta cinofila, hanno creato a quattro mani un volume basato sui più recenti studi etologici e cinofili: per capire meglio il cane, per insegnargli ad interpretare i nostri comandi, e vivere più felici insieme. Per comunicare con il cane occorre che l’informazione circoli in due sensi, dalla fonte al ricevente e viceversa: questo testo vuole fornire un ponte tra due specie, per aprire una finestra allo scambio reale di emozioni, intenzioni ed informazioni.

I SEGRETI DELLA LINGUA CANINA. Il volume spiega come si può non solo capire, ma anche comunicare con il cane nella sua “lingua”, che spesso ci appare ostica solo perché tendiamo, in un certo senso, a confonderla con la nostra. In realtà è una “lingua” assai più semplice di quanto non sembri, ma per impararla occorre sbarazzarsi di tutto (o quasi) quello che istintivamente faremmo per comunicare con un altro essere umano. Non è difficile; basta avere gli strumenti giusti.

Ultime notizie