Protagoniste dell’incontro la parlamentare afgana Malalai Joya, Halima Abdi Arush, presidente della Ong somala e Igiaba Sciego.

Malalai Joya, una delle più giovani parlamentari afgane, è sotto scorta dal 2003 quando si pronunciò pubblicamente contro i crimini dei “signori della guerra” che controllano il suo paese. Il 21 maggio 2007 è stata espulsa dal parlamento per le critiche al suo governo, per la sua natura antidemocratica e fondamentalista. Nonostante tutto Malalai continua a lottare per i diritti umani e per il suo popolo, agendo all’interno della OPAC (Organization of promoting Afghan Women’s Capabilities).

Halima Abdu Arush, attivista politica somala, presidente si IIDA (Women’s Development Organization, che ha vinto un award delle Nazioni unite nel 1996) e di SWA (Somali Women Agenda), è stata ministro dell’istruzione e ha ricevuto 2 edaglie al valore e per merito dal presidente Mohamed Siad Barre.

Igiaba Sciego, “somala di nascita, italiana per vocazione” come ama definirsi, si occupa giornalismo e ricerca sul dialogo tra culture, che lei stessa ha vissuto in prima persona, viste le sue origini.