Dopo il precedente evento incentrato sull’eleganza settecentesca di Francesco Torrini, stavolta il Museo Torrini omaggia l’arte orafa contemporanea con un gioiello dal forte impatto emotivo: un’opera unica nel suo genere, ispirata da una creazione grafica di Corrado Cagli (1910-1976), pittore anconetano d’avanguardia, dotato di personalità eclettica e trasversale, capace di affrontare ai più alti livelli espressivi, con originalità e versatilità, tutte le esperienze e gli stili che compongono il panorama artistico del Novecento.
Cagli fu animatore del “gruppo tonalista” e della cosiddetta “ Scuola Romana” – accanto a Cavalli, Burri e Caporossi – e sperimentò un’infinita varietà di ricerche, misurandosi oltre che con la pittura, anche con la scultura, gli arazzi, la scenografia, il disegno di costumi d’opera, il balletto e il teatro. Fu negli anni Settanta che, a margine dei continui colloqui intrattenuti fra il Corrado Cagli e Franco Torrini sul tema della oreficeria in generale e sul simbolismo legato agli ornamenti in particolare, fu scelto “il Pulcinella in fiore” dal volume (di ben 23 disegni) dedicato dal Maestro Cagli a Pulcinella. Dal fervido incontro culturale, spontaneo e naturale, nacque una spilla in oro, frutto della continua ricerca artistica del Maestro Cagli e delle intuizioni di Franco Torrini, attratto dalla evoluzione del gioiello inteso più come patrimonio artistico di intimo valore che come espressione di ricchezza materiale.
“Il Pulcinella in fiore” – che è uno dei due unici esemplari presenti al Mondo (l’altro fu consegnato al Maestro Cagli per destinarlo alla sua personale collezione) – sarà esposto in una vetrina del Museo Torrini accanto a un altro oggetto di grande fascino, la Maschera di Pulcinella utilizzata da Peppino De Filippo nei suoi spettacoli.
Si potrà ammirare l’opera negli orari di apertura del museo (martedì e giovedì, dalle 15 alle 17), con visite guidate all’interno di questa ‘dimora’ fiorentina dell’arte orafa, in grado di ospitare, nei suoi 200 mq espositivi, circa 250 gioielli d’oreficeria, argenteria, oltre a objects d’art, documenti rarissimi, testimonianze esterne del Novecento.
Dopo la mostra su “Il Pulcinella in fiore”, chiuderà il ciclo di appuntamenti del 2008 del Museo Torrini un evento dedicato a Giocondo Torrini (1827-1896), antenato di casa Torrini, in programma dal 23 ottobre al 22 novembre. Giocondo è celebre per le sue creazioni premiate alle Esposizioni Universali dell’800, nonché per la sua parure in commesso di pietra dura, oggi conservata al British Museum di Londra.