domenica, 26 Settembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaRestauri al Conservatorio di S.Maria...

Restauri al Conservatorio di S.Maria degli Angeli

-

 

 Il coro, spiega una nota, è lo spazio sopraelevato, che affaccia sulla navata centrale della chiesa sottostante e ne è separato da una grata; un tempo era luogo di clausura poi è stato destinato a deposito di molte opere presenti nel Conservatorio tra cui reliquiari, statue e quadri. Tra i pezzi più significativi due sculture in bronzo attribuite al Giambologna. La Sala della Duchessa è posta a piano terra ed è ornata con piacevoli decorazioni ottecentesche che sono state riprese probabilmente nei primi anni del Novecento. E’ stata danneggiata gravemente dall’ alluvione di Firenze del 1966 e prima del restauro si vedeva ancora sull’intonaco il segno del livello (un metro e mezzo) che l’Arno raggiunse in tale occasione, riconoscibile dalle decorazioni dilavate e dalle tracce saline e di umidità. I due ambienti sono stati inaugurati il 24 novembre, completando così una serie di restauri iniziati anni fa e la cui prima fase si è conclusa nel 2006 con il pieno ripristino della Chiesa annessa all’istituto. Tutti questi interventi, conclude la nota, sono stati resi possibili dal contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che ha sempre seguito il Conservatorio con particolare cura, e alla sensibilità dimostrata fin dall’inizio dei lavori da Edoardo Speranza.

Ultime notizie