lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & Politica2009 in picchiata, Pil toscano...

2009 in picchiata, Pil toscano a quota – 4,7%

Rapporto amaro, per l'Irpet, l'Istituto regionale per la programmazione economica della Toscana. Il bilancio di fine anno segna una riduzione del Pil pari a 4,7 punti percentuali, ma all'orizzonte c'è un barlume di speranza. La crescita dovrebbe tornare, con un modesto +0,6%, nel 2010.

-

Nel 2009 produzione industriale e fatturato artigianale hanno subito cadute tra il 15 e il 20% e le esportazioni nei primi 9 mesi dell’anno hanno fatto registrare un -11,3% (a fronte di un 23,1% a livello nazionale). Sono calati anche i consumi interni delle famiglie del -2,1%.

Nel complesso l’occupazione tiene: secondo i dati Istat nel secondo trimestre dell’anno gli occupati in Toscana sarebbero in aumento di 38mila unità rispetto al primo trimestre e il tasso di disoccupazione in diminuzione (dal 6,2 al 4,9%) ma l’Irpet evidenzia un problema ”distributivo”. Se l’occupazione complessivamente regge, ci sono infatti categorie (autonomi, giovani, contratti a termine) che dalla crisi sono fortemente penalizzati.

Per il prossimo futuro, dopo lo 0,6% del 2010, l’Irpet prevede il ritorno a una fase di lenta espansione, con un Pil al +1,1% nel 2011 e 1,5% nel 2012, grazie soprattutto all’evoluzione positiva del commercio mondiale.

 

Ultime notizie