mercoledì, 8 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & Politica25 novembre, gli eventi a...

25 novembre, gli eventi a Firenze per la giornata contro la violenza sulle donne

Mostre, panchine rosse, incontri: le iniziative a Firenze per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

-

Negli ultimi 15 anni 121 femminicidi hanno coinvolto la Toscana. Numeri che pesano e che rendono una necessità la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Firenze non sta a guardare e organizza oggi, 25 novembre 2021, una serie di iniziative tra mostre, incontri, panchine rosse. In tutti i quartieri della città.

Le mostre per il 25 novembre a Firenze

La Biblioteca delle Oblate propone la mostra dal titolo “Com’eri vestita?”, inaugurata ieri e legata alla campagna di Amnesty International “#IoLoChiedo: il sesso senza consenso è stupro”. Si raccontano storie di abusi poste accanto agli abiti in esposizione che intendono rappresentare, in maniera fedele, l’abbigliamento che la vittima indossava al momento della violenza subìta.

Il Museo Novecento propone invece la testimonianza dei versi di Anna Achmatova, Sylvia Plath, Antonia Pozzi e Anne Sexton, tra le più significative poetesse del XX secolo. Il tutto all’interno della mostra su Jenny Saville. Coinvolte poi tantissime biblioteche comunali con iniziative nei cinque quartieri.

Porte storiche in rosso e nuove panchine

Non può mancare l’illuminazione, di rosso, delle Porte storiche della città. Inoltre saranno inaugurate nuove panchine rosse: saranno in via Vespucci a Peretola, una all’area Pettini Burresi, una all’Orticoltura e una ai Giardini Bonaparte. Panchina rossa anche in viale Tanini, al parco dell’Anconella e all’Rsa il Giglio.

L’assessore a diritti e pari opportunità di Palazzo Vecchio Benedetta Albanese ha così commentato: “Le restrizioni e le limitazioni conseguenti alla pandemia non hanno abbassato il bisogno e la voglia della nostra città di contrastare in ogni modo la violenza sulle donne”. Albanese ha aggiunto che le donne che subiscono violenza non devono sentirsi sole, hanno bisogno di sostegno.

Ultime notizie